Illeciti sugli appalti, bufera giudiziaria sul Comune di Cariati

Cinque provvedimenti cautelari per un’inchiesta che investe pubblica amministrazione e appalti in Calabria. Nei guai, destinataria di un divieto di dimora, finisce anche il sindaco Filomena Greco

martedì 17 luglio 2018
13:21
4 condivisioni

I finanzieri della Compagnia di Rossano hanno eseguito una misura di divieto di dimora nei confronti del sindaco di Cariati Filomena Greco. Il provvedimento é stato emesso dal gip di Castrovillari su richiesta della Procura nell'ambito di un'inchiesta su presunti illeciti nella scelta del contraente per l'affidamento del servizio di raccolta dei rifiuti. Il gip ha anche emesso un provvedimento di sospensione dal pubblico impiego e l'obbligo di dimora nel comune di residenza per il dirigente dell'Area tecnica del comune Giuseppe Famigliulo, e il divieto di dimora per il suo predecessore Adolfo Benevento, oltre all'interdizione dall'esercizio dell'attività d'impresa e l'obbligo di dimora per due imprenditori, Antonio Fusaro e Cristofaro Arcovio. Dalle indagini, secondo l'accusa, sarebbero emerse violazioni della normativa sugli appalti pubblici, frutto di accordi collusivi volti a condizionare le modalità di scelta del soggetto a cui affidare in via diretta il servizio dei rifiuti.

 

Per approfondire:

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: