Matrimoni combinati per rimanere in Italia, 9 indagati

Tre in arresto e sei indagati a piede libero dalla Procura di Cosenza nell’ambito di un’indagine dei carabinieri del Ros e del comando provinciale bruzio avviata per terrorismo e che ha fatto luce su ipotesi di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina

22 ottobre 2018
13:41
Condividi

I carabinieri del Ros e del Comando provinciale di Cosenza hanno eseguito un provvedimento cautelare, emesso dalla Procura di Cosenza, nei confronti di tre persone. Eseguite anche perquisizioni domiciliari nei confronti di altre sei persone. Tutte sono indagate per favoreggiamento della permanenza illegale di stranieri in Italia. L'indagine, inizialmente condotta nei confronti di cittadini marocchini sospettati di essere coinvolti in attività terroristiche, avrebbe documentato l'esistenza di un gruppo criminale composto da italiani e marocchini che dietro compensi compresi tra i 4 e i 7mila euro, organizzava matrimoni fittizi tra italiane e extracomunitari permettendo a questi ultimi di ottenere il permesso di soggiorno provvisorio nonché il rilascio di altri documenti. In totale sono 7 i matrimoni che sarebbero risultati fittizi.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio