La mafia sulle scommesse on line, 68 arresti in Italia

E’ una operazione in grande stile quella coordinata dalla Direzione nazionale antimafia in collaborazione con le Procure di Reggio, Bari e Catania. I beni sotto sequestro ammontano a un miliardo di euro. Scardinato un giro d’affari da 4,5 miliardi

mercoledì 14 novembre 2018
14:33
Condividi

«Cerco nuovi adepti nelle migliori università mondiali, non quattro scemi che fanno bam, bam. Io cerco quelli che fanno pin pin, che cliccano e movimentano»: questa è solo una delle intercettazioni chiave dell’inchiesta “Galassia” messa a segno stamani dalle procure di Reggio Calabria, Bari e Catania, sotto il coordinamento della direzione nazionale antimafia.

 

Nel blitz, compiuto dallo Scico della Guardia di Finanza, sono rimaste coinvolte 68 persone, tra questi  esponenti della criminalità organizzata delle tre regioni ma anche imprenditori ritenuti essere i prestanome dei clan. Le accuse sono tantissime e tra queste spiccano l’associazione mafiosa l’ abusivo esercizio dei giochi e delle scommesse, truffa aggravata ai danni dello stato per oltre 60 milioni di euro e un giro di affari illecito  che supera i 4 miliardi e mezzo. Le cosche hanno puntato propri interessi sul gioco online, impadronendosi  del mercato delle scommesse.

 

Un’organizzazione unitaria che avrebbe operato sinergicamente non solo in Italia, ma anche all’estero, Malta soprattutto,  per riciclare il denaro. Gli eventi sportivi erano quelli più redditizi. Nel filone reggino 18 sono le persone fermate su ordine dei pm e tra queste ci sono rampolli emergenti delle ‘ndrine Tegano, De Stefano e Condello. Ed in particolare il gruppo costituito oltre ai Tegano, dai Franco e dagli Iannìi. Sui social le giovani leve si vantavano dei soldi vinti e ostentavano i soggiorni di lusso anche a Las Vegas e le cene a base di champagne, aragosta e ostriche. L’inchiesta odierna, prende le mosse da “Gambling” che nel 2015 accese i riflettori sulle mire della ndrangheta nel mercato illecito dei giochi on line . Oltre alle misure restrittive la guardia di finanza ha sequestrato  diverse aziende, 24 immobili, 33 siti web di scommesse , conti correnti, nonché di innumerevoli quote societarie di imprese nazionali ed estere, per un valore di oltre 723 milioni di euro.

 

LEGGI ANCHE: Le mani delle mafie sulle scommesse on line. 68 arresti e sequestri per un miliardo di euro

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: