Libro nero, un avvocato postino dei clan

Il legale, secondo la Dda, avrebbe portando le direttive date dal capomafia all'esterno del carcere

venerdì 2 agosto 2019
10:18
2 condivisioni

Sono ancora in corso gli interrogatori delle persone tratte in arresto nell'ambito dell'inchiesta Libro nero. Fra coloro che hanno risposto al gip c'è il consigliere regionale Alessandro Nicolò. Intanto, però, dalle carte emerge il ruolo dell'avvocato Giuseppe Putortì il quale, secondo la Dda, sarebbe stato il postino del clan portando le direttive date dal capomafia all'esterno del carcere.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: