Autobomba, l’inchiesta regge per quattro indagati

Il gip di Vibo Valentia Gabriella Lupoli ha sciolto la riserva e, pur non convalidando il fermo, ha disposto il carcere per quattro dei sei fermati nell’operazione di Dda di Catanzaro e carabinieri

venerdì 29 giugno 2018
13:32
Condividi

Quattro in carcere e due in libertà. Questa la decisione del gip del Tribunale di Vibo ValentiaGabriella Lupoli, in relazione all’inchiesta “Demetra” della Dda di Catanzaro sui Mancuso-Di Grillo ritenuti responsabili dell’autobomba che il 9 aprile scorso ha ucciso a Limbadi Matteo Vinci e gravemente ferito il padre Francesco. Agli arrestati venivano contestati anche reati legati alla detenzione illegale di armi oltre ad un tentato omicidio ai danni del solo Francesco Vinci avvenuto nell’ottobre del 2017.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: