Appalti truccati nel cosentino, in manette il sindaco di Aieta

L’hanno ribattezzata Appalto Amico, l’operazione condotta dai finanzieri e coordinata dalla procura di Paola. Le indagini hanno fatto luce sulla gestione di diversi appalti pubblici nei comuni di Buonvicino, Maierà e in altri comuni dell’alto Tirreno cosentino. Contestati i reati di turbativa d’asta e corruzione. In manette anche il sindaco di Aieta

di Salvatore Bruno
6 luglio 2018
13:13
Condividi

Rivestiva un triplice ruolo Gennaro Marsiglia, sindaco di Aieta, arrestato dalla guardia di finanza nell'ambito dell'inchiesta Appalto amico, coordinata dalla procura di Paola. Era responsabile finanziario dei comuni di Maierà e Buonvicino, era marito dell'amministratrice di fatto della Cooperativa Artemisia, alla quale concedeva affidamenti di servizi per un importo di svariate migliaia di euro, ed era il commercialista di aziende a cui era riservato un trattamento di favore nella partecipazione a bandi di cui Marsiglia stesso era l'estensore in qualità di funzionario della pubblica amministrazione. 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista

Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche.

...

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio