4 spacciatori col sogno di uccidere un boss

Volevano uccidere un boss del post ma sono stati scoperti e arrestati. È accaduto nel borgo marinaro di Schiavonea, a Corigliano-Rossano, dove i carabinieri dell’Arma hanno sventato un omicidio eccellente

mercoledì 10 ottobre 2018
13:42
1 condivisioni

Quattro spacciatori con il sogno di uccidere un boss. Sono stati arrestati a Schiavonea, nel cuore dello storico borgo marinaro di Corigliano-Rossano, dai carabinieri della locale compagnia guidata dal capitano Cesare Calascibetta. Sono Giovanni e Pier Francesco Chiaradia e Salvatore e Marco Bonafede. I quattro, dominavano la piazza di spaccio di Schiavonea con metodi del tutto inusuali e sicuramente efficaci. Le indagini condotte dalla Procura della Repubblica di Castrovillari diretta dal procuratore Eugenio Facciolla, che hanno oggi portato all’arresto del gruppo di spaccio Chiaradia-Bonafede, sono partite lo scorso maggio. Quando, proprio i militari dell’arma, al termine di un rocambolesco inseguimento per le vie della città, fermarono Giovanni Chiaradia trovato in possesso di una pistola calibro 7e65 con matricola abrasa e colpo in canna.

 

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: