Tag: FUSIONE COMUNI

Uno scorcio di Guardia Piemontese Cronaca
venerdì 19 luglio 2019
15:05

Giuseppe Terranova (Pd) rimarca i vantaggi che potrebbero scaturire dall’unione dei municipi di Fagnano Castello, Santa Caterina Albanese, Malvito, Guardia Piemontese e Acquappesa

di Francesca  Lagatta
41 condivisioni
Alla politica calabrese non piacciono le fusioni dei Comuni: i tranelli della nuova legge Politica
mercoledì 15 maggio 2019
15:45

Il testo già approvato all’unanimità dalla prima commissione del Consiglio regionale attende di essere discusso in aula, ma la rotta sembra decisa: mettere i bastoni tra le ruote a quelle amministrazioni che stanno pensando di unirsi sotto un unico gonfalone per ridurre le spese, aumentare le entrate e migliorare i servizi. Parla il docente Unical Francesco Aiello: «Il Nord sta cogliendo questa opportunità, facciamolo anche noi senza frapporre ostacoli».

di Enrico De Girolamo
216 condivisioni
Gli amministratori coinvolti nella fusione dei rispettivi Comuni Cronaca
sabato 6 aprile 2019
15:16

Sulla fusione puntano gli amministratori di San Nicola da Crissa, Capistrano, Monterosso, Filogaso, Maierato, Francavilla Angitola e Polia: diventerebbe il secondo ente più grande della provincia

di Enrico De Girolamo
1297 condivisioni
Verso una grande Presila
Tg Politica
lunedì 27 marzo 2017
14:30
Dice “No” al referendum solo Spezzano Piccolo. Sì, invece, di Casole Bruzio, Trenta, Pedace e Serra Pedace. Questo l’esito del voto sulla nascita di un solo grande Comune nella Presila cosentina.
di Redazione
Condividi
Referendum, urne aperte a Ricadi e nella Presila Politica
domenica 26 marzo 2017
10:22
Trenta, Casole Bruzio, Pedace, Serra Pedace e Spezzano Piccolo saranno chiamati a decidere sulla fusione dei cinque comuni. A Ricadi invece consultazione incentrata sul cambio della denominazione del paese vibonese in Ricadi – Capo Vaticano
di Redazione
Condividi
Fusione dei comuni, Greco: «Necessario riordinare le autonomie locali» Politica
sabato 10 dicembre 2016
15:01
Il presidente del gruppo consiliare “Oliverio Presidente”: «Il vuoto lasciato dalla legge Delrio, bocciata anch’essa indirettamente dal referendum costituzionale, lascia aperte alcune questioni sul riordino delle funzioni amministrative degli enti»
Condividi