OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
Sport

VIBONESE | Tito e Mengoni adesso sognano lo scudetto -VIDEO

Per il centrocampista di Castellamare sarebbe la seconda volta dopo la vittoria del titolo d’Italia con l’Ischia. Ed il portierone racconta le emozioni dal dischetto contro il Troina

di Alessio Bompasso
martedì 15 maggio 2018
11:26
6 condivisioni

Quarantotto ore dopo la sbronza da conquista. La Vibonese torna a lavoro. La stagione, infatti, non è affatto terminata. A Vibo si sogna il double: promozione e scudetto. Nel massimo torneo dilettanti se lo contenderanno le nove squadre vincitrici del proprio girone. Otto + la Vibonese. Appunto. L’ultima arrivata nella competizione che regalerà il titolo di campione d’Italia. un distintivo già sul petto di Fabio Tito ai tempi dell’Ischia. «Io ed i miei compagni non vogliamo sottovalutare questa poule scudetto: «Io – commenta – ho avuto la fortuna di vincerla ai tempi dell’Ischia e giocare l’anno successivo con lo scudetto sul petto regala un’emozione speciale ad ogni partita».

 

Il regolamento

Un mini torneo diviso in tre triangolari. Ecco in cosa consiste la poule scudetto. La Vibonese giocherà contro Potenza e Rieti. Le vincenti più la migliore seconda accederanno alla final four. In caso di parità al termine dei tempi regolamentari si andrà direttamente ai calci di rigore. Quei tiri dagli undici metri che hanno regalato il sogno Serie C contro il Troina e che nessuno, meglio di Riccardo Mengoni ha vissuto così da vicino: «Quando l’arbitro ha fischiato la fine dei tempi supplementari la pressione si è fatta sentire – spiega il portiere rossoblu. In fondo ci sono cinque rigoristi ma un solo portiere che può diventare protagonista in un senso o nell’altro. Purtroppo – sottolinea – non sono riuscito a pararne neppure uno ma Fricano ha sbagliato e alla fine va bene anche così. L’importante – chiosa Mengoni – era vincere».

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Alessio Bompasso
Giornalista
Alessio Bompasso è nato il 2 agosto del 1983 a Vibo Valentia. Da “grande” sognava di fare il giornalista ed entrare nelle case dei calabresi per raccontare le notizie giornaliere. Il sogno si è trasformato in realtà, approdando a Rete Kalabria (ora LaC) nel 2008. Il suo appeal da “normal person” lo rende tra i più apprezzati anchorman calabresi. Non ama prendersi troppo sul serio, ma quando si parla di sport si trasforma in una “macchina da guerra” (questo è il suo soprannome nell’ambiente). Sorriso smagliante e ritmo tambureggiante, le sue armi principali. Cocciuto e puntiglioso, i suoi difetti. Calcio e pallavolo, i suoi punti di forza ( ha  praticato entrambe le discipline ma non è mai stato un fenomeno, da li la scelta, più azzeccata, di raccontare lo sport attraverso le colonne di un quotidiano o le immagini della Tv). Ama le statistiche e nei suoi articoli non disdegna di inserirle qua e là. Dal 2013 è corrispondente sportivo, dalla provincia di Vibo Valentia, per la “Gazzetta del Sud”. Ha avuto il pregio e l’onore di ricevere parecchi riconoscimenti in giro per la Calabria, ma, il suo premio più importante lo ritira ogni giorno, entrando, in punta di piedi, nelle case dei calabresi. Come sognava di fare da “grande”. Mail: bompasso@lactv.it

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: