SERIE C | Nel girone non ci si ferma mai: oggi in campo per la settima giornata

Aprirà il turno la Vibonese impegnata in trasferta a Rieti. Poi c’è Catanzaro-Juve Stabia. Chiuderà il Rende giovedì contro il Siracusa. La squadra battuta dalla Reggina chiamata a confermarsi già mercoledì contro il Potenza

di Alessio Bompasso
martedì 16 ottobre 2018
10:44
1 condivisioni

Finalmente Reggina. Finalmente gli applausi. Finalmente un bel sospiro di sollievo. I problemi amaranto non sono finiti. Ma, almeno in campo. almeno per una notte, squadra e tifosi hanno potuto pensare ad altro con un mezzo sorriso stampato in faccia. La vittoria sul Siracusa da ossigeno alla formazione di Roberto Cevoli. Soprattutto in classifica. Serviva un successo per tirarsi fuori dalla zona rossa. Ed il successo è arrivato al termine di una vera e propria battaglia contro gli azzurri siciliani. Ha vinto chi ci ha creduto di più. La Reggina appunto. Brava a difendere il vantaggio maturato con questa incornata di Simone Franchini al minuto 62. L’espulsione di Vazquez nel finale è la fotografia perfetta della delusione aretusea. Vincono i calabresi.

Da una giornata ad un’altra

Tutti in campo. Ancora. Tre giorni dopo l’ultima volta. La Serie C non si ferma mai. Sarà un tour de force da qui a Natale. Sul rettangolo di gioco la Vibonese, a caccia di conferme in quel di Rieti. Lì dove 5 mesi fa ha già raccolto un successo. era la pool scudetto di Serie D. Era un’altra storia. Servono punti in classifica. serve spezzare la maledizione in trasferta che vede i rossoblu a secco da vittorie dal 5 maggio scorso. Alle 18:30 spazio al Catanzaro. Al “Ceravolo” c’è la Juve Stabia che ha sempre vinto quest’anno. Un grattacapo in più per Auteri e i suoi anche se l’obiettivo resta lo stesso: serve continuità. Chiuderanno il quadro la sfida di mercoledì sera alle 20:30 tra Potenza e Reggina e quella di giovedì, ore 18:30, tra Siracusa e Rende.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Alessio Bompasso
Giornalista
Alessio Bompasso è nato il 2 agosto del 1983 a Vibo Valentia. Da “grande” sognava di fare il giornalista ed entrare nelle case dei calabresi per raccontare le notizie giornaliere. Il sogno si è trasformato in realtà, approdando a Rete Kalabria (ora LaC) nel 2008. Il suo appeal da “normal person” lo rende tra i più apprezzati anchorman calabresi. Non ama prendersi troppo sul serio, ma quando si parla di sport si trasforma in una “macchina da guerra” (questo è il suo soprannome nell’ambiente). Sorriso smagliante e ritmo tambureggiante, le sue armi principali. Cocciuto e puntiglioso, i suoi difetti. Calcio e pallavolo, i suoi punti di forza ( ha  praticato entrambe le discipline ma non è mai stato un fenomeno, da li la scelta, più azzeccata, di raccontare lo sport attraverso le colonne di un quotidiano o le immagini della Tv). Ama le statistiche e nei suoi articoli non disdegna di inserirle qua e là. Dal 2013 è corrispondente sportivo, dalla provincia di Vibo Valentia, per la “Gazzetta del Sud”. Ha avuto il pregio e l’onore di ricevere parecchi riconoscimenti in giro per la Calabria, ma, il suo premio più importante lo ritira ogni giorno, entrando, in punta di piedi, nelle case dei calabresi. Come sognava di fare da “grande”. Mail: bompasso@lactv.it

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: