Finale playoff, la gestione del treno charter affidata al Cosenza Calcio

Sullo speciale Freccia Argento reperito dalla Regione e messo a disposizione da Trenitalia saranno disponibili 450 posti

di Salvatore Bruno
giovedì 14 giugno 2018
21:53
3 condivisioni

Ad organizzare e gestire la trasferta verso Pescara a bordo del treno charter messo a disposizione di Trenitalia, sarà il Cosenza Calcio. Lo hanno deciso nel corso di un incontro il presidente del sodalizio silano Eugenio Guarascio e l’assessore ai trasporti Roberto Musmanno. Una patata bollente della quale, probabilmente, la società rossoblù avrebbe fatto volentieri a meno. Il Freccia Argento infatti, dispone di soli 450 posti e non sarà semplice applicare un criterio di selezione dei tifosi che potranno usufruire del servizio gratuito di trasporto.

Precedenza a disabili e categorie protette

La società calcistica, attraverso un comunicato ufficiale, ha reso noto che «il convoglio sarà destinato esclusivamente alla categoria delle persone con disabilità, agli appartenenti a categorie protette e associazioni di volontariato, fino ad esaurimento dei posti disponibili. Il treno, una volta giunto a destinazione, fermerà alla stazione Tribunale di Pescara distante un chilometro dallo stadio Adriatico – Cornacchia». L’impianto sportivo non potrà essere raggiunto con mezzi, essendo l’area parzialmente rientrante nella zona di accoglienza tutelata in funzione dell’evento. Il possesso del biglietto per assistere alla finale playoff Cosenza-Siena sarà condizione necessaria per salire a bordo del treno. Ulteriori dettagli, sulle modalità organizzative, saranno fornite al termine di una riunione in programma venerdì mattina 15 giugno in questura a Cosenza alla presenza del delegato della Regione Calabria.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: