Cicloturismo, presentata ai sindaci calabresi la Granfondo Terùn 2019

La gara cicloturistica prenderà il via l'8 e il 9 giugno da Scalea e vedrà la partecipazione di centinaia di appassionati provenienti da tutta Europa

di Francesca  Lagatta
mercoledì 6 febbraio 2019
18:11
57 condivisioni

Si terrà nelle giornate dell'8 e 9 giugno prossimi nelle regioni Calabria e Basilicata e vedrà la partecipazione di centinaia di appassionati di bicicletta provenienti da tutta Europa. È la scommessa che proverà a vincere la gara ciclicstica amatoriale "Granfondo Terùn", giunta quest'anno alla sua seconda edizione. L'annuncio è stato dato dal presidente della squadra, Rossano Bruno, durante la conferenza stampa che si è tenuta in una sala del Santa Caterina Village di Scalea.

Cos'è la Granfondo Terùn

È una gara cicloturistica che prevede un percorso di 126 km e che in alcuni tratti raggiungerà 1900 metri di dislivello. I partecipanti prenderanno il via da Scalea «seguendo un percorso che dalla costa porta alle dolci colline dell’entroterra - è scritto sul sito ufficiale - fino a toccare zone di montagna Lauria e Lago Sirino, per poi affrontare il passo Colla, ritornando a godere della splendida vista sul mar Tirreno che farà compagnia ai ciclisti da Maratea fino a Scalea passando da Castrocucco, Praia a Mare e San Nicola Arcella».

Gli obiettivi della conferenza

Il dibattito è stato incentrato sulla organizzazione tecnica dell'evento e sul lavoro di promozione turistica, dal momento che, come è stato più volte ribadito, «non si tratta semplicemente una gara ciclistica ma di una vera e propria operazione di marketing legata al cicloturismo, che certamente porterà nei prossimi anni grande indotto economico e forte ritorno di immagine per i territori interessati». Rossano Bruno ha quindi chiesto agli amministratori di segnalare aziende dei territori, disposte a far conoscere i propri prodotti locali.

I presenti

All'evento erano presenti i rappresentanti di tutti i Comuni coinvolti nel progetto. Al tavolo di discussione hanno preso parte: il sindaco di Scalea, Gennaro Licursi; il sindaco di Maratea, Domenico Cipolla; il sindaco di Lauria, Angelo Lamboglia; il sindaco di Orsomarso, Antonio De Caprio; il sindaco di San Nicola Arcella, Barbara Mele; il sindaco di Santa Maria del Cedro, Ugo Vetere; l’assessore di Praia a Mare, Antonino De Lorenzo; il consigliere comunale di Tortora, Biagio Praino. Inoltre, hanno presenziato: il consigliere del Parco Nazionale del Pollino, Giovanni Ceglie; il presidente di EcoTour, Giancarlo Formica; il direttore del Santa Caterina Village, Donato Formica.

In collegamento via skype dalla Silicon Valley, in California, ha partecipato anche Kristian D'Angelo e i fratelli Maico e Franco Campilongo, proprietari del ristorante Terùn di Palo Alto e co-fondatori del progetto cicloturistico insieme a Rossano Bruno.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Francesca  Lagatta
Giornalista
Francesca Lagatta è nata a Praia a Mare l’11 aprile del 1985. Dopo molteplici esperienze con la stampa locale, nel 2011 approda dapprima ad Hi Tech Paper del giornalista Leonardo Lasala, poi ad Alganews, il quotidiano on line diretto dal giornalista Rai Lucio Giordano. È in questo periodo che si forma come giornalista di inchiesta. Nel 2014 è nella redazione calabrese di Notìa, poi è la volta de L’Ora siamo Noi, La Provincia di Cosenza e una piccola parentesi televisiva nel programma Perfidia, al fianco della giornalista Antonella Grippo. Scrive ancora per Identità Insorgenti, L’Ora di Palermo, Echi dal Golfo, Diogene Moderno. Nel 2015 sottoscrive un contratto con l’agenzia Kika Media Press, scrive di cronaca su La Spia Press e di inchiesta su La Spia, il portale del giornalista Paolo Borrometi. Successivamente diventa inviata e addetta di Rete L’Abuso, il più grande osservatorio nazionale di crimini commessi in ambienti clericali, collabora per un breve periodo per Radio Siani e poi viene ingaggiata come corrispondente per Cronache delle Calabrie, diretto da Paolo Guzzanti. Nel giugno del 2017 fonda una agenzia pubblicitaria, la Famnews & Com, e diventa direttrice responsabile della nuova testata giornalistica calabrese di inchiesta La Lince. A gennaio 2018 i suoi articoli vengono pubblicati sul settimanale statunitense Harbor News, mentre qualche mese più tardi è il giornale italo canadese Grandangolare ad annoverarla tra i suoi collaboratori. Sulle riviste nazionali ha firmato per i settimanali Cronaca in diretta e Tutto. Dall’agosto del 2018 è corrispondente per LaC News24.   Dal luglio del 2017 compare nell’elenco nazionale dei giornalisti minacciati stilato dall’autorevole sito Ossigeno per L’informazione. Nella sua breve carriera ha già ricevuto cinque premi per le sue inchieste giornalistiche, assegnati da tre diverse regioni del sud Italia: Sicilia, Calabria e Basilicata. Si occupa in prevalenza di 'ndrangheta, sanità, massoneria, politica, pedofilia e corruzione, ma il suo tarlo è la denuncia sociale.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: