Calcio | Al Marulla di Cosenza la “Partita del cuore”

In campo uomini e donne per rivendicare il diritto al rispetto e alla dignità e dare quindi un calcio alla violenza

di Maria Chiara Sigillò
giovedì 6 aprile 2017
12:44
Condividi

Numeri in aumento quasi quotidianamente quelli che riguardano il fenomeno del femminicidio. Per questo, l’otto aprile andrà in scena al Marulla di Cosenza la "Partita del Cuore, il sangue rosa, un’altra vita è possibile", promossa dall’associazione Animed, da sempre in prima linea nella lotta alla violenza di genere presieduta da Cinzia Falcone e patrocinata dal Comune bruzio. Una partita di calcio per dire no alla violenza sulle donne.

 

In campo uomini e donne per rivendicare il diritto al rispetto e alla dignità e dare quindi un calcio alla violenza. Si sfideranno le nazionali dei sindaci e dei magistrati, presenti inoltre l’ex campione del mondo Claudio Gentile.


Il calcio d’inizio, sarà dato dal prefetto Giancarlo Tomao, da Cinzia Falcone e dal sindaco Occhiuto. L’incasso sarà interamente devoluto all’associazione che comprende il “Centro antiviolenza Fabiana di Corigliano nato dopo l’omicidio della giovane studentessa Fabiana Luzzi morta per mano del fidanzato.

 

Per l’occasione, è stato anche inviato un video messaggio da parte di due donne l’avvocato Giulia Bongiorno e Michelle Hunziker, che sostengono l’iniziativa con la Fondazione “Doppia difesa”. La partita sarà preceduta, venerdì, da una tavola rotonda al Castello svevo, coordinata dal giornalista Arcangelo Badolati, con un confronto tra dirigenti scolastici e Club Service.

 

Maria Chiara Sigillò

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Maria Chiara Sigillò
Giornalista
Maria Chiara Sigillò, è nata nel 1988, giornalista pubblicista dal 2015.   La sua passione è da sempre lo sport, soprattutto da quando - trasferitasi a Torino dopo il Liceo - inizia a collaborare con periodici piemontesi di settore.   Nella città della Mole, dal 2010 al 2013, ha collaborato con il Corriere Sportivo, girando per i campi di tutti i campionati dilettantistici regionali. Nel 2013, dopo la prima gavetta a bordo campo, il salto di qualità sul piano della formazione. Frequenta infatti un workshop di giornalismo sportivo a Milano, che si tiene in un’aula davvero ambita e speciale: gli studi televisivi di Sportitalia.   Nell'estate dello stesso anno “indossa la casacca” di Sprint Sport, una testata giornalistica che ha sedi in Piemonte e Lombardia.   Nel 2015, decide di rientrare nella sua Terra. Inizia quindi a collaborare con il Quotidiano della Calabria, come corrispondente dal Vibonese.   Nello stesso anno entra a far parte della squadra di LaCnews24: ingaggiata come stagista, ora è una colonna della redazione sportiva. Modelli a cui si ispira? Monica Vanali, e anche Ilaria D'Amico, ma, assicura: “Ho già trovato il mio Gigi Buffon”.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: