Tra promozioni sorprendenti e retrocessioni cocenti: un anno di sport calabrese

Ripercorriamo insieme l’ultima stagione sportiva tra le varie discipline. Dal calcio alla pallavolo, dal basket alla pallanuoto. Ecco chi ha sorriso e chi ha pianto. In attesa di clamorosi sviluppi

di Alessio Bompasso
giovedì 28 giugno 2018
12:03
2 condivisioni

Qualcuno è già in ferie da un po’. Qualche altro ha appena riposto il borsone nell’armadio. La lunga stagione sportiva calabrese va in vacanza. ed il bilancio è davvero esaltante. Come non si vedeva da anni. Per omogeneità di risultati ottenuti e categorie conquistate in più discipline. Dal calcio alla pallavolo alla pallanuoto è stato come salire su un’altalena di emozioni.

Le più forti vissute a Cosenza con una promozione che ha riscritto la storia del club rossoblu ritornato in Serie B quindici anni dopo l’ultima volta. Ha fatto un salto in avanti anche la Vibonese che dopo i torti subiti nelle aule della giustizia sportiva si è ripresa la Serie C sul campo. Profuma di libri di storia anche la promozione in A2 di pallavolo maschile della Conad Lamezia. Proprio nell’anno in cui non ha potuto usufruire del proprio palazzetto chiuso per inagibilità.

Quando si dice che lo sport è più forte di tutto. Anche della disabilità che a Reggio Calabria è straordinaria forza formato carrozzina. Qui la squadra dello Stretto ha solo sfiorato il salto in Serie A ma è stato bellissimo comunque. Un’annata di emozioni altissime, dicevamo. Ma anche fatta di qualche delusione cocente.

Sempre a Reggio il grande basket a tinte neroarancio è retrocesso d’ufficio in Serie B per questioni che poco hanno avuto a che fare con il campo. Storie di sport e tribunali che potrebbero cancellare la delusione per la retrocessione tra i cadetti dei tifosi del Crotone. Diverse squadre sono in difficoltà. Qualcuno avrebbe giocato anche sporco e per il club pitagorico potrebbero aprirsi le porte del ripescaggio in serie A. Ma questa è un’altra storia. Nel frattempo Crotone festeggia l’Olimpo nella pallanuoto con la Rari Nantes. Buona estate.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Alessio Bompasso
Giornalista
Alessio Bompasso è nato il 2 agosto del 1983 a Vibo Valentia. Da “grande” sognava di fare il giornalista ed entrare nelle case dei calabresi per raccontare le notizie giornaliere. Il sogno si è trasformato in realtà, approdando a Rete Kalabria (ora LaC) nel 2008. Il suo appeal da “normal person” lo rende tra i più apprezzati anchorman calabresi. Non ama prendersi troppo sul serio, ma quando si parla di sport si trasforma in una “macchina da guerra” (questo è il suo soprannome nell’ambiente). Sorriso smagliante e ritmo tambureggiante, le sue armi principali. Cocciuto e puntiglioso, i suoi difetti. Calcio e pallavolo, i suoi punti di forza ( ha  praticato entrambe le discipline ma non è mai stato un fenomeno, da li la scelta, più azzeccata, di raccontare lo sport attraverso le colonne di un quotidiano o le immagini della Tv). Ama le statistiche e nei suoi articoli non disdegna di inserirle qua e là. Dal 2013 è corrispondente sportivo, dalla provincia di Vibo Valentia, per la “Gazzetta del Sud”. Ha avuto il pregio e l’onore di ricevere parecchi riconoscimenti in giro per la Calabria, ma, il suo premio più importante lo ritira ogni giorno, entrando, in punta di piedi, nelle case dei calabresi. Come sognava di fare da “grande”. Mail: bompasso@lactv.it

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: