Eduardo rivive con l’avanguardismo napoletano di Martone

Convinti apprezzamenti per Il Sindaco del Rione Sanità di scena al Tau

di Salvatore Bruno
mercoledì 14 febbraio 2018
09:29
Condividi

Il regista Mario Martone porta in scena Il sindaco del rione sanità, tratto dall’omonima commedia in tre atti di Eduardo De Filippo, rivisitandola in chiave moderna e molto vicina a quell’avanguardismo napoletano dei giorni nostri, tipico di film e serie tv quali Gomorra e Narco, per fare qualche nome.

Teatro gremito sia per il debutto che per la replica

Un’opera quella eduardiana che anche a distanza di anni è in grado di attualizzare, con rigore e drammaticità, la realtà dei nostri giorni. Entrambe le date rappresentate al Teatro Auditorium dell’Unical hanno riscosso grandi apprezzamenti e applausi. Lo spettacolo ha tenuto col fiato sospeso il pubblico per quasi due ore, nonostante le scene, le ambientazioni e i personaggi fossero assai distanti dal mondo di Eduardo. E nonostante Martone abbia del tutto rivisitato l’opera, rimasta comunque assai fedele al testo. La versione 2.0 di Antonio Barracano e dei diversi personaggi che ruotano attorno alla sua figura, ha trasmesso non poche emozioni e strappato qualche risata.

Da applausi l'interpretazione degli attori

I più attenti avranno anche riconosciuto sul palco del Tau, l’attore Adriano Pantaleo, noto per essere stato protagonista di alcuni film cult degli anni’90 come Io speriamo che me la cavo e Ci hai rotto papà. Assai apprezzata la sua interpretazione nei panni di Catiello, fedelissimo braccio destro del Sindaco, interpretato da un carismatico, intenso e a tratti struggente Francesco Di Leva. Una rivisitazione quella di Martone drammaticamente realistica, in grado però di trasmettere i valori del del riscatto sociale e dell’amore per la famiglia.

Prossimo appuntamento con Shakespeare

Un lavoro meticoloso, attento, quello di Mario Martone, reso possibile grazie anche gruppo del Nest (Napoli Est Teatro) e che ha visto sul palco, tra gli altri, un cast assai acclamato: Giovanni Ludeno, Giuseppe Gaudino, Daniela Ioia, Viviana Cangiano, Salvatore Presutto, Lucienne Perreca, Mimmo Esposito, Morena Di Leva, Ralph P, Armando De Giulio, Daniele Baselice. Il prossimo appuntamento al Teatro Auditorium Unical è per il 20 febbraio quando andrà in scena “Macbettu”, tratto dal Macbeth di Shakespeare.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: