Clemente Ferrari, il “Vessicchio” vibonese, torna in Calabria dopo il sesto Sanremo

Parla il musicista che al Festival ha diretto l’orchestra per le esibizioni di Max Gazzè, Barbarossa ed Eva

di Erica Cunsolo
venerdì 16 marzo 2018
21:24
Condividi

Il musicista e arrangiatore vibonese Clemente Ferrari, rientra in Calabria dopo il suo sesto Sanremo. Stasera sarà ospite dell'Accademia del celebre pianista Roberto Giordano, a Mileto, dove racconterà della sua musica.

 

Quest'anno Ferrari ha fatto il direttore d'orchestra per la giovane Eva e per i big Barbarossa e Max Gazzè. Proprio grazie alla collaborazione con quest'ultimo, nel corso della 68esima edizione del Festival, si è aggiudicato il premio “Miglior arrangiamento” per la canzone “La leggenda di Cristalda e Pizzomunno”.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: