Trapianto di faccia, il chirurgo crotonese è un precario da dieci anni

In un’intervista il dottor Longo si racconta: «Guadagno 2 mila euro lordi al mese ma non svolgo questo mestiere per il posto fisso. È una passione». Intanto l’ultimo bollettino medico parla di un "sospetto rigetto" nell'operazione della 49enne

di M. S.
lunedì 24 settembre 2018
14:29
301 condivisioni
Il dottore Benedetto Longo
Il dottore Benedetto Longo

Nell'equipe che ha eseguito il primo trapianto di faccia c'è anche lui. È Benedetto Longo, quarantunenne di Crotone, precario a tempo determinato dell'ospedale Sant'Andrea di Roma con uno stipendio di 2 mila euro lordi al mese. «Da dieci anni ho contratti da 12 mesi. Guadagno 25mila euro lordi l'anno per cinque giorni alla settimana di lavoro proprio sul progetto di trapianto della faccia. Per crescere i miei figli faccio anche attività privata. Ma non svolgo questo mestiere per il posto fisso. È una passione e poi la cosa più importante è la soddisfazione dei pazienti» - ha dichiarato Longo intervistato da Repubblica. Ma non nasconde il desiderio di essere finalmente stabilizzato e afferma: «In effetti non so cosa devo ancora fare per interrompere il precariato».
Il dottore spiega poi che il trapianto di faccia è l'intervento più complesso che esista in medicina: «Prima vanno preservati i vasi più importanti e poi li si deve attaccare al ricevente». Un’operazione durata ben 27 ore in cui in sala operatoria si sono alternate equipe di chirurghi, anestesisti e infermieri strumentisti. «Tecnicamente è stato difficile dal primo all'ultimo minuto. Si sta sotto pressione tutto il tempo. È stata dura ma l'adrenalina di situazioni come queste ti fa restare ipervigile per tutto il tempo».

Sospetto rigetto

Dopo 24 ore dalla fine dell’intervento ci sarebbero complicazioni per la donna. Nel giorno in cui il Centro nazionale trapianti, l'ospedale romano, il presidente del Lazio Nicola Zingaretti e anche la ministra Giulia Grillo avrebbero dovuto presentare i risultati dell'intervento in una conferenza stampa, è arrivata la notizia. L'incontro è stato annullato e il bollettino medico è piuttosto preoccupante per quanto riguarda l'esito del trapianto. L'intervento chirurgico è tecnicamente riuscito, tuttavia i tessuti trapiantati hanno manifestato, durante la notte scorsa, “segni di sofferenza del microcircolo per sospetto rigetto”. Alle 20 arriverà un altro bollettino.

LEGGI ANCHE: Un chirurgo crotonese nell’equipe che ha eseguito il primo trapianto di faccia

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: