Arena, sequestro sanitario per allevamento

51 capi di bestiame sono stati trovati privi di codice aziendale e marca auricolare di identificazione

di G. B.
giovedì 26 aprile 2018
11:20
Condividi

Un intero allevamento costituito da 51 capi di bestiame, fra ovini e caprini, è stato posto sotto sequestro sanitario con ordinanza del sindaco del Comune di Arena in località Berrina.

 

Il sequestro è la conseguenza di una controllo da parte del Dipartimento di Prevenzione dell’Asp di Vibo Valentia nei confronti dell’allevamento di M.C., di Soriano Calabro, trovato con gli animali privi di codice aziendale e marca auricolare di identificazione. Da qui il sequestro e la nomina quale custode giudiziario dello stesso proprietario dell’allevamento. Senza l’autorizzazione dell’Asp è stato fatto divieto di qualsiasi spostamento degli animali. Il servizio veterinario dell’Asp e le forze di polizia sono state incaricate di far osservare l’ordinanza.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

G. B.
Giornalista
Giuseppe Baglivo è stato collaboratore del quotidiano Calabria Ora dal settembre 2006 ad agosto 2007. Redattore e responsabile della cronaca giudiziaria del quotidiano Calabria Ora per la redazione di Vibo Valentia dal settembre 2007 ad ottobre 2009. Nello stesso periodo per il quotidiano Calabria Ora ha realizzato molteplici inchieste riguardanti l’intero territorio regionale. Da agosto 2010 ad oggi è collaboratore della Gazzetta del Sud, redazione di Vibo Valentia, con competenza in tutti i settori (sport escluso). Dal gennaio 2013 è corrispondente unico dell’Agi (Agenzia giornalistica Italia) per Vibo Valentia e provincia. Dal novembre 2015 al 29 dicembre 2016 è stato redattore e responsabile della cronaca nera e giudiziaria del quotidiano online calabrese Zoom24.it, giornale web che ha contribuito a far nascere. Nel gennaio 2011 dalla Fondazione dedicata a Giuseppe, “Pippo”, Fava (il giornalista ucciso da Cosa Nostra il 5 gennaio 1984) ha ricevuto a Catania il Premio Nazionale “Giuseppe Fava” conferito ai giornalisti “particolarmente impegnati nella battaglia contro le mafie”. Specializzato in cronaca giudiziaria, nera e giornalismo d’inchiesta, ha seguito i più importanti processi contro la ‘ndrangheta, la corruzione nella pubblica amministrazione e la malasanità celebrati negli ultimi dieci anni in Calabria. Alcune sue inchieste giornalistiche hanno portato al commissariamento di diversi Comuni del Vibonese per infiltrazioni mafiose.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: