A Rosarno progetto solidale per assistenza medica in un bene confiscato alla mafia

Si chiama Metropass, il piano sanitario realizzato da UniReggio Consorzio universitario metropolitano che garantirà assistenza gratuita alle fasce più deboli della popolazione locale

di Redazione
martedì 9 ottobre 2018
13:40
Condividi
Bene confiscato alla ’ndrangheta
Bene confiscato alla ’ndrangheta

Un nuovo progetto solidale, Metropass, realizzato da UniReggio Consorzio Universitario Metropolitano garantirà a Rosarno all’interno di una villa confiscata alla ‘ndrangheta assistenza sanitaria e farmaceutica solidale per tutti senza nulla in cambio. «L'assistenza sanitaria è per tutti - afferma il presidente UniReggio, Paolo Antonio Ferrara - e chiunque lo necessiti potrà cogliere l'opportunità di usufruire dei servizi di prevenzione e cura anche nell'assistenza di base e nel supporto logistico, come per le cure specialistiche, perché il costo della salute gravi sempre meno sulla spesa pubblica».

 

L'iniziativa è stata resa possibile dopo che la Giunta comunale di Rosarno, guidata dal sindaco Giuseppe Idà, ha assegnato l'immobile. La formula vincente consiste nel fornire assistenza medica gratuita alle fasce deboli della popolazione locale. UniReggio ha annesso all'offerta il Banco farmaceutico per la distribuzione di medicinali raccolti tra le aziende donatrici.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: