Radiologia a Locri: Nicolò: «Reparto a singhiozzo»

Il consigliere regionale rimarca le criticità per i pazienti spesso dirottati in altri nosocomi: «Per il presidente Oliverio i nuovi bandi garantiranno i sanitari necessari»

di Redazione
venerdì 15 giugno 2018
09:29
2 condivisioni
Alessandro Nicolò
Alessandro Nicolò

«Persiste ancora una situazione allarmante in merito alle questioni afferenti il reparto di radiologia del nosocomio di Locri». E’ quanto afferma in una nota il consigliere regionale Alessandro Nicolò. «La carenza di personale medico e dunque la limitata dotazione organica, già stigmatizzata a dicembre 2017, con una specifica interrogazione inerente la soppressione nelle ore notturne del servizio di specie, non garantisce la funzionalità continua del reparto, determinando un vulnus ai cittadini bisognosi di urgenti prestazioni radiologiche. Non è logicamente ammissibile in un’ottica di tutela del diritto alla salute del vasto bacino d’utenza di tale presidio ospedaliero, continua l’esponente politico di FdI, che un servizio sia operativo a giorni alterni, obbligando i pazienti al dirottamento presso altri nosocomi».

«All’interrogazione proposta, il presidente Oliverio ha risposto in occasione della seduta del Consiglio Regionale del 28 marzo scorso, rappresentando quale soluzione il futuro espletamento di bandi concorsuali in materia, per coprire i posti necessari e garantire il personale sanitario. Pertanto si auspicano- conclude l’onorevole. Alessandro Nicolò- provvedimenti celeri al fine di garantire una funzionalità completa e continua del reparto di radiologia del presidio ospedaliero di Locri».

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: