Nuove sale operatorie all'Annunziata di Cosenza. Oliverio e Scura, dichiarazioni di fuoco - VIDEO

Il presidente della Regione ribadisce le mancanze di Palazzo dei Bruzi: «Spero non vi siano strumentalizzazioni politiche dietro i ritardi del comune». Scura su Asp di Reggio Calabria: «Contabilità nebulosa, istituita commissione che potrebbe rivelare sorprese di rilievo penale»

di Salvatore Bruno
sabato 16 giugno 2018
15:29
6 condivisioni

Il nastro è stato tagliato da Antonio ed Alice, nipoti del compianto professor Antonio Petrassi al quale è stato intitolato il nuovo blocco operatorio inaugurato all’ospedale dell’Annunziata. Si tratta di tre nuove sale, in aggiunta alle quattro preesistenti, attrezzate con macchinari all’avanguardia, per le quali la regione ha investito due milioni e mezzo di euro. La cerimonia, benedetta dall’arcivescovo di Cosenza-Bisignano, monsignor Francesco Nolè, ha registrato la partecipazione di numerosi esponenti politici ed istituzionali della Regione.

Oliverio: «In attesa del nuovo ospedale non trascuriamo questa struttura»

Cordiale ma fugace il saluto tra il presidente della Regione Mario Oliverio ed il commissario per il piano di rientro sanitario Massimo Scura. I due si detestano, non è un mistero. L’inaugurazione del blocco operatorio consente ad Oliverio di ribadire come, in attesa che Palazzo dei Bruzi si determini sul nuovo ospedale, la Regione continui ad investire per rendere sempre più moderno ed affidabile il nosocomio dell’Annunziata ed anche per scoccare alcune frecce velenose verso il sindaco di Cosenza. Scura ha parlato con i giornalisti per oltre un quarto d’ora, tra i passaggi più significativi quello sulla serrata dei laboratori privati e sulla rilevanza penale della gestione tutt’altro che trasparente dei conti all’Azienda Sanitaria di Reggio Calabria. Un ampio stralcio delle loro dichiarazioni nel servizio che ricostruisce la cronaca della giornata.

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: