Tumori, nasce a Cosenza uno studio medico oncologico gratuito

L’associazione mette a disposizione dei pazienti anche uno sportello informativo sui diritti del malato di cancro nonché consulenza psicologica e legale

di Redazione
23 settembre 2019
18:10
6289 condivisioni
Donna in chemioterapia
Donna in chemioterapia

Nasce a Cosenza il primo studio medico oncologico gratuito e multidisciplinare per indigenti. Lo sta creando l’Associazione Onco Med, presieduta dalla giornalista di Cosenza Francesca Caruso, operata di cancro qualche anno fa. Francesca ha promesso a se stessa, dopo le varie terapie, di dedicare il suo tempo libero alle campagne di prevenzione oncologica. E così, insieme al suo oncologo Antonio Caputo, ha pensato di creare una rete di supporto "concreto" non solo per gli indigenti che presentino fattori di rischio tumori o di familiarità, ma anche per chi già vive questa patologia e per le rispettive famiglie. Ha coinvolto anche grandi professionalità nel campo sanitario, come la ginecologa Rita Mocciaro, il gastroenterologo Mario Verta, il dermatologo Pietro Morrone, che non solo hanno accettato di prestare le proprie competenze in forma volontaria e gratuita, ma che hanno voluto essere parte integrante e attiva dell’associazione stessa.

 

Lo studio medico si trova nel centro storico di Cosenza, in una sede affidata a volontari, e si propone di effettuare consulenze mediche in diverse specialistiche: sono infatti tanti i medici che hanno espresso la volontà di collaborare, dall’endocrinologo al chirurgo vascolare, dal radioterapista al neurologo e al chirurgo estetico, dal nutrizionista al fisioterapista e tanti altri ancora. All’interno dell’Associazione è attivo, inoltre, una volta al mese, uno sportello informativo sui diritti del malato di cancro. Un avvocato è a disposizione, in forma volontaria, dei pazienti e familiari per informazioni inerenti l’assistenza sanitaria, le prestazioni assistenziali e previdenziali e la tutela giuridica del malato lavoratore. A disposizione anche uno psiconcologo e saranno anche effettuate, in casi estremamente difficili, trasfusioni di sangue a domicilio in forma volontaria, a cura dell’equipe del Centro trasfusionale dell’ospedale di Cosenza. Tra i progetti, quello di acquistare apparecchiature diagnostiche, come l’ecografo, in modo da poter offrire ai pazienti una diagnosi più completa e accurata. Per ultimo, una convenzione con la Clinica veterinaria Vet Life per salvaguardare la salute dei nostri amici animali, dando impulso alla cultura della pet therapy come contributo affettivo ai malati oncologici. Il progetto verrà presentato il prossimo 6 ottobre alle ore 11 nella sala Nova del Palazzo della Provincia di Cosenza.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio