Dai 6 ai 10 mesi d'attesa per una visita specialistica al Pugliese di Catanzaro - VIDEO

Questi i tempi necessari per prenotare un esame, circostanza che induce molti pazienti a rivolgersi al privato

di Luana  Costa
giovedì 19 aprile 2018
10:10
56 condivisioni

Nove mesi, a volte anche dieci sono necessari per effettuare una visita specialistica all'azienda ospedaliera Pugliese-Ciaccio di Catanzaro. A titolo d'esempio, chi abbia necessità di effettuare una visita mammografica dovrà attendere gennaio del 2019. Solo in questa data è infatti possibile prenotare l'esame. Non va meglio a chi deve effettuare accertamenti al cuore, l'attesa oscilla tra i nove mesi e i dieci mesi: per prenotare un ecocardiogramma si dovrà attendere gennaio 2019 mentre per un ecocolordoppler cardiaco febbraio del 2019. Anche a febbario del 2019 bisognerà tornare all'ospedale se ci si vuole sottoporre ad un'ecografia all'addome.

 

Tempi d'attesa estenuanti che nella maggior parte dei casi inducono i pazienti a rivolgersi alle cliniche private o a effettuare le visite in regime di intramoenia pur di eseguirle in tempi brevi. E' ciò che hanno raccontato ai nostri microfoni alcuni pazienti dell'ospedale di Catanzaro. Sono molti, ad esempio, a ricorrere agli esami a pagamento all'interno degli stessi reparti del nosocomio perchè costretti dall'urgenza. Per una visita che in regime ordinario è necessario attendere quasi un anno, in regime di intramoenia è possibile farla subito ma a pagamento.

 

 

Luana Costa

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Luana  Costa
Giornalista
Laureata con il massimo dei voti in Scienze della Comunicazione e della Conoscenza all’Università degli studi della Calabria di Cosenza, già a partire dall’anno successivo dal conseguimento dalla laurea intraprende l’attività giornalistica. Risalgono alla primavera del 2012 i primi articoli pubblicati sulle colonne della pagina catanzarese della Gazzetta del Sud, testata sotto la cui ala inizia a prendere confidenza con la professione. Con il trascorrere degli anni passa dai resoconti delle conferenze stampa e dei convegni alla realizzazione di inchieste su temi specifici quali sanità, rifiuti, politica, società municipalizzate e vertenze sindacali. La collaborazione è tuttora attiva.   Nel luglio del 2015 ottiene l’abilitazione allo svolgimento della professione certificata dall'iscrizione al relativo albo regionale dei giornalisti pubblicisti. A partire da gennaio del 2016 e fino al febbraio del 2017 è stata corrispondente da Catanzaro del quotidiano online Zoom24 con sede a Vibo Valentia. Oltre ad allagare le competenze anche alla sfera della cronaca, l’esperienza è risultata utile ai fini dell’apprendimento del sistema editoriale (Wordpress) e del confezionamento di notizie indirizzate ad una realtà più immediata e dinamica qual è il web.   Nel giugno del 2016 stringe una nuova collaborazione con la casa editrice Golfarelli con sede a Bologna, che cura la pubblicazione di periodici e riviste di settore. L’attività che tuttora svolge consiste nella redazione di testi e nella preparazione di interviste capaci di far emergere realtà imprenditoriali di successo nel panorama nazionale.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: