Malati terminali, al Santa Barbara di Rogliano l'Hospice per le cure palliative

Accordo sottoscritto tra Asp e Azienda Ospedaliera. Previsti 14 posti letto dedicati all'assistenza dei pazienti con patologie neoplastiche

di Salvatore Bruno
26 marzo 2018
15:42
Condividi

I dirigenti dell’Azienda Ospedaliera di Cosenza e dell’Asp, Achille Gentile e Raffaele Mauro, hanno sottoscritto il protocollo d’intesa per la realizzazione dell’Hospice per le cure palliative a Rogliano nei locali del Santa Barbara. La struttura ospiterà 14 posti letto dedicati all’assistenza dei malati affetti da patologie neoplastiche terminali.

Maggiore comfort e discrezione nella fase del fine vita

«La scelta – si legge in una nota - scaturisce dall’esigenza di riorganizzare in maniera integrata e funzionale i servizi sanitari offerti e di accompagnare in maniera dignitosa i malati terminali, in un contesto maggiormente riservato e funzionalmente organizzato, anche per consentire ai familiari di stare vicini ai pazienti. L’Hospice di Rogliano, a bassa tecnologia ma ad alto livello di assistenza, si inserisce nella rete integrata di assistenza sul territorio, interviene quando nessun altra forma di cura sia praticabile, se non quella del ricovero in struttura. Abbiamo anche la necessità – ha sottolineato il direttore dell’Azienda Ospedaliera – di dare risposte qualificate ad un’utenza che spesso e impropriamente si rivolge all’ospedale, struttura deputata ad altri tipi di servizi sanitari. Obiettivo prioritario dell’intesa – ha concluso Gentile – è quella di mettere in campo modelli di partenariato pubblico volti alla cura della persona anche in accompagnamento a malattie terminali».

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio