Nasce il centro unico vaccinazioni del Distretto di Lamezia Terme

In occasione dell'inaugurazione, il dg uscente Perri ha tracciato un rapido bilancio della sua attività mentre il direttore del Dipartimento De Vito ha spiegato il perchè spesso sono mancati i vaccini

martedì 31 luglio 2018
14:11
1 condivisioni

Ad un tiro di schioppo dalla fine dell’era Perri, il direttore generale dell’Asp che lascerà l’incarico il 31 agosto, nasce il Centro Unico Vaccinazioni del Distretto di Lamezia Terme. Un punto di riferimento per tutto il territorio, compresi i 21 comuni del distretto, che prenderà il posto delle piccole e decentrate strutture esistenti al momenti.

 

Nei locali dell’ex ospedale di Lamezia un intero piano è stato dedicato a questo nuovo obiettivo che vedrà un uso di più personale e un forte incremento delle ore in cui sarà possibile vaccinare i piccoli. L’obiettivo, ha spiegato il direttore del Dipartimento di Prevenzione dell’Asp Giuseppe De Vito, è quello di arrivare ad un h12, aprendo anche il pomeriggio.

 

Per mettere a loro agio i piccoli è stata allestita una sala d’attesa ad hoc per loro, con tavolinetti colorati, libri di fiabe, peluche e giochi. Presente anche una sala allattamento. Diversi gli ambulatori destinati alle vaccinazioni per ridurre al minimo i tempi di attesa. L’inaugurazione è stata preceduta da una conferenza stampa occasione per il direttore generale uscente Giuseppe Perri per tracciare un bilancio a grandi linee di quanto fatto. «Ho ereditato un’azienda divisa in due tronconi, non era stato fatto nemmeno l’atto aziendale» ha premesso il dg sottolineando poi di non avere mai usato una visione campanilistica, pur essendo lametino, ma al contrario sforzandosi «di adottarne una strabica» e occupandosi di tutti i territori.

A tal proposito ha poi citato la prossima apertura del centro psichiatrico di Girifalco, che dovrebbe avvenire entro i primi mesi del 2019, e il progetto della Casa della Salute di Soverato. Otto in tutto i nuovi primari che verranno dislocati nell’Asp. Per quanto riguarda poi la penuria di vaccini, di cui si era occupata la nostra emittente qualche settimana fa, e che aveva portato diverse mamme a dovere tornare a casa senza avere vaccinato i figli, il direttore del dipartimento Prevenzione Asp Giuseppe De Vito ha risposto così:« Dovete perdonarci ma non dipende dal Dipartimento. A causa della carenza cronica di personale che caratterizza questa Asp i vari funzionari non sono riusciti, pur avendo avuto gli ordini, ad avere questi vaccini in tempo, anche se sarebbe bastato andare a Catanzaro».

 

Leggi anche: Lamezia, mancano i vaccini

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: