Terme Luigiane, l'11 aprile un convegno con il presidente Oliverio

Insieme a lui ci sarà il consigliere regionale Giuseppe Aieta che ha annunciato l'incontro con un post su facebook

di Francesca  Lagatta
mercoledì 3 aprile 2019
21:29
149 condivisioni
Terme Luigiane
Terme Luigiane

Accantonati per il momento i guai giudiziari, il presidente della giunta regionale Mario Oliverio può finalmente tornare a visitare la regione calabrese in lungo e in largo, anche per dare il via alla campagna elettorale che lo vede ancora protagonista in vista delle elezioni regionali del prossimo novembre. Una delle prossime tappe del presidente sarà la stazione delle Terme Luigiane, l'imponente parco termale che sorge sul territorio di due cittadine tirreniche, quelle di Acquappesa e Guardia Piemontese. Ad annunciarlo poco fa, il consigliere regionale Giuseppe Aieta, che sarà come sempre al suo fianco. L'appuntamento è per il prossimo 11 aprile, a partire dalle ore 17, nella sala convegni del Grand Hotel delle Terme. 

Scelta mirata

La scelta del luogo da parte del presidente Oliverio non è casuale. La gestione del parco, infatti, nei mesi scorsi era stata a lungo oggetto di un'aspra diatriba che nel dicembre scorso aveva portato al licenziamento di 250 persone, ma l'intervento di Giuseppe Aieta è risultato fondamentale per la risoluzione del problema. Le attività ripartiranno regolarmente giorno 13 maggio 2019. Il presidente Oliverio, all'epoca dei fatti ancora sottoposto alla misura cautelare dell'obbligo di dimora a San Giovanni in Fiore e pur di non sprecare del tempo prezioso, aveva delegato il consigliere regionale di Cetraro a fare le sue veci. Aieta aveva quindi portato avanti la mediazione tra le parti, tra cui figurava proprio la Regione Calabria.

«L'occasione per parlare ai cittadini»

«Sarà questa l’occasione per fare il punto sulle cose fatte e su quelle da fare in questo ultimo scorcio di legislatura» ha detto Aieta in un breve post su facebook, che poi ha aggiunto: «Daremo voce al mondo imprenditoriale, agli amministratori locali, ai rappresentanti delle associazioni, alle organizzazioni sindacali al fine di raccogliere i frutti di un lavoro importante svolto in questi anni al servizio dei Calabresi». Durante la conferenza saranno mostrati anche i nuovi bandi pensati per lo sviluppo dell'economia della regione, ma «con la solita sobrietà e con la consapevolezza di un secondo tempo che serve a raccogliere i frutti di questi straordinari, ma difficili anni».

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Francesca  Lagatta
Giornalista
Francesca Lagatta è nata a Praia a Mare l’11 aprile del 1985. Dopo molteplici esperienze con la stampa locale, nel 2011 approda dapprima ad Hi Tech Paper del giornalista Leonardo Lasala, poi ad Alganews, il quotidiano on line diretto dal giornalista Rai Lucio Giordano. È in questo periodo che si forma come giornalista di inchiesta. Nel 2014 è nella redazione calabrese di Notìa, poi è la volta de L’Ora siamo Noi, La Provincia di Cosenza e una piccola parentesi televisiva nel programma Perfidia, al fianco della giornalista Antonella Grippo. Scrive ancora per Identità Insorgenti, L’Ora di Palermo, Echi dal Golfo, Diogene Moderno. Nel 2015 sottoscrive un contratto con l’agenzia Kika Media Press, scrive di cronaca su La Spia Press e di inchiesta su La Spia, il portale del giornalista Paolo Borrometi. Successivamente diventa inviata e addetta di Rete L’Abuso, il più grande osservatorio nazionale di crimini commessi in ambienti clericali, collabora per un breve periodo per Radio Siani e poi viene ingaggiata come corrispondente per Cronache delle Calabrie, diretto da Paolo Guzzanti. Nel giugno del 2017 fonda una agenzia pubblicitaria, la Famnews & Com, e diventa direttrice responsabile della nuova testata giornalistica calabrese di inchiesta La Lince. A gennaio 2018 i suoi articoli vengono pubblicati sul settimanale statunitense Harbor News, mentre qualche mese più tardi è il giornale italo canadese Grandangolare ad annoverarla tra i suoi collaboratori. Sulle riviste nazionali ha firmato per i settimanali Cronaca in diretta e Tutto. Dall’agosto del 2018 è corrispondente per LaC News24.   Dal luglio del 2017 compare nell’elenco nazionale dei giornalisti minacciati stilato dall’autorevole sito Ossigeno per L’informazione. Nella sua breve carriera ha già ricevuto cinque premi per le sue inchieste giornalistiche, assegnati da tre diverse regioni del sud Italia: Sicilia, Calabria e Basilicata. Si occupa in prevalenza di 'ndrangheta, sanità, massoneria, politica, pedofilia e corruzione, ma il suo tarlo è la denuncia sociale.
Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: