Scalea, bagarre in consiglio su cimitero per animali e plastic free

Bocciata la mozione sulla realizzazione della struttura, mentre quella sulle strategie per la riduzione della plastica ottiene il voto contrario dell'assessore all'ambiente. Il consigliere Orrico: «Licursi è un sindaco senza lungimiranza»

di Francesca  Lagatta
6 giugno 2019
11:50
55 condivisioni
Il consigliere comunale Eugenio Orrico
Il consigliere comunale Eugenio Orrico

Ieri durante l’assise, il sindaco di Scalea, Gennaro Licursi, e la sua maggioranza hanno votato contro la mozione in favore dell’istituzione e realizzazione di un cimitero d’affezione. «Peccato, perché la città di Scalea – ha sottolineato il consigliere comunale Eugenio Orrico - poteva dimostrare un senso di civiltà davvero unico. Strutture che nel sud Italia si trovano solo a Napoli e a Reggio Calabria. Una iniziativa che se fosse stata avallata dall’amministrazione comunale avrebbe creato sicuramente posti di lavoro». Poi ha continuato: «La cosa più ignobile è stata quando il sindaco, cercando di ridicolizzare l’iniziativa, ha affermato: «La inserirò nel programma del mio secondo mandato da sindaco». .

Il sindaco: «Io so piangere»

«Purtroppo, cari cittadini – afferma ancora Orrico - ci troviamo di fronte ad un sindaco anacronistico, senza lungimiranza, senza la giusta attitudine ad individuare possibili sviluppi della città di Scalea. E poi, credetemi, è degradante sentir dire dal primo cittadino che quando deve chiedere qualcosa ad enti come la Regione o la Provincia, va a piangere «perché – ha sottolineato Licursi – io so piangere». Una frase che mortifica i cittadini di Scalea, che hanno carattere e che sono abituati ad ottenere ciò che gli tocca, attraverso uomini che mettono in atto le giuste azioni politiche»

Voto contrario sulla mozione plastic free

Il consigliere Orrico è un fiume in piena. «E poi, in ultimo - lamenta ancora il consigliere-, il paradosso. Ieri in consiglio comunale è stata presentata dal gruppo “Pensiamo a Scalea”, una mozione riguardante l’uso della plastica monouso sul territorio comunale. Udite udite! La mozione che è stata votata da quasi tutta la maggioranza, ha trovato parere contrario solo dall’assessore all’ambiente, il quale doveva essere il primo ad essere favorevole e che lo è stato circa sette mesi fa in una identica mozione presentata dal movimento 5 Stelle». In ultimo Orrico ha dichiarato: «Esprimo solidarietà al consigliere comunale Francesco Saverio Di Lorenzo il quale la settimana scorsa ha preso le distanze dalla maggioranza rimettendo le deleghe che gli erano state affidate, alle quali ha ottemperato con la massima serietà e professionalità».

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Francesca  Lagatta
Giornalista
Francesca Lagatta è nata a Praia a Mare l’11 aprile del 1985. Dopo molteplici esperienze con la stampa locale, nel 2011 approda dapprima ad Hi Tech Paper del giornalista Leonardo Lasala, poi ad Alganews, il quotidiano on line diretto dal giornalista Rai Lucio Giordano. È in questo periodo che si forma come giornalista di inchiesta. Nel 2014 è nella redazione calabrese di Notìa, poi è la volta de L’Ora siamo Noi, La Provincia di Cosenza e una piccola parentesi televisiva nel programma Perfidia, al fianco della giornalista Antonella Grippo. Scrive ancora per Identità Insorgenti, L’Ora di Palermo, Echi dal Golfo, Diogene Moderno. Nel 2015 sottoscrive un contratto con l’agenzia Kika Media Press, scrive di cronaca su La Spia Press e di inchiesta su La Spia, il portale del giornalista Paolo Borrometi. Successivamente diventa inviata e addetta di Rete L’Abuso, il più grande osservatorio nazionale di crimini commessi in ambienti clericali, collabora per un breve periodo per Radio Siani e poi viene ingaggiata come corrispondente per Cronache delle Calabrie, diretto da Paolo Guzzanti. Nel giugno del 2017 fonda una agenzia pubblicitaria, la Famnews & Com, e diventa direttrice responsabile della nuova testata giornalistica calabrese di inchiesta La Lince. A gennaio 2018 i suoi articoli vengono pubblicati sul settimanale statunitense Harbor News, mentre qualche mese più tardi è il giornale italo canadese Grandangolare ad annoverarla tra i suoi collaboratori. Sulle riviste nazionali ha firmato per i settimanali Cronaca in diretta e Tutto. Dall’agosto del 2018 è corrispondente per LaC News24.   Dal luglio del 2017 compare nell’elenco nazionale dei giornalisti minacciati stilato dall’autorevole sito Ossigeno per L’informazione. Nella sua breve carriera ha già ricevuto cinque premi per le sue inchieste giornalistiche, assegnati da tre diverse regioni del sud Italia: Sicilia, Calabria e Basilicata. Si occupa in prevalenza di 'ndrangheta, sanità, massoneria, politica, pedofilia e corruzione, ma il suo tarlo è la denuncia sociale.
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio