Salvini: «Ai bastardi camorristi e ‘ndranghetisti: l’Italia non sarà più il vostro Paese»

Il ministro dell’Interno dichiara guerra alla mafia e lo fa con una diretta facebook dalla tenuta di una villa confiscata in provincia di Siena: «Proverò a sequestrarvi anche le mutande per avere un’economia trasparente» 

di M. S.
martedì 3 luglio 2018
22:05
219 condivisioni

Il ministro dell’Interno non perde occasione per far parlare di sé che si tratti di migranti, ong o di mafia. Questa volta lancia il suo messaggio tramite una diretta Facebook sulla sua pagina. Lo sfondo è una tenuta in Toscana, in provincia di Siena, un’azienda agricola di 700 ettari sequestrata 24 anni fa a un boss mafioso. «Qui c’è lo Stato che vince» -afferma con orgoglio Matteo Salvini.

 

È una buona occasione anche per ribadire ancora una volta che si tratta di un polo turistico vero e non di un appoggio per «finti profughi» mantenuti nelle strutture alberghiere dagli italiani «con 35 euro al giorno», che per le navi che aiutano gli scafisti i porti italiani continueranno ad essere sigillati, ma anche per lanciare un messaggio forte alle mafie. «I beni sequestrati ai mafiosi – afferma il leader della Lega - dobbiamo utilizzarli bene ed in fretta. Devono diventare scuole, strutture ricettive, case di riposo e commissariati di polizia».


È un messaggio chiaro – continua Salvini - ai bastardi mafiosi, camorristi e ndranghetisti. L’Italia non sarà più il vostro Paese. Dedicherò ogni mia energia, giorno e notte, per combattervi via per via, negozio per negozio, quartiere per quartiere. Proverò a sequestrarvi anche le mutande per un’economia pulita, sana e trasparente. Rendo onore ai tanti amministratori, giornalisti, giudici e magistrati che rischiano la vita per combattere la mafia. Preferisco l’Antimafia dei fatti. Quella di Falcone e Borsellino, non quella degli show televisivi.

 

E annuncia che la sua «prossima missione antimafia sarà in Calabria (a Palmi ndr) dove otto appartamenti sequestrati alla 'ndrangheta diventeranno un Commissariato di polizia».

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: