Roberto e Mario Occhiuto insieme a Palazzo dei Bruzi, ma la politica non c'entra

Il sindaco di Cosenza ha l'ambizione più o meno velata di candidarsi alla presidenza della Regione, ma l'incontro con il fratello parlamentare era per festeggiare San Roberto

di Salvatore Bruno
lunedì 17 settembre 2018
22:03
Condividi

Abbiamo immortalato fianco a fianco, nella stanza del sindaco di Cosenza, il parlamentare Roberto Occhiuto, vicepresidente alla Camera del gruppo di Forza Italia, ed il fratello Mario. Coglierli insieme a Palazzo dei Bruzi è una vera rarità, a causa degli impegni istituzionali di entrambi. Ma dietro questo incontro a sorpresa nelle stanze del comune non ci sono le ambizioni più o meno velate del primo cittadino, di candidarsi alla guida della Regione. Semplicemente, nella giornata di San Roberto, hanno festeggiato insieme l’onomastico del deputato azzurro.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: