Rapani (FdI): «Toninelli nella Sibaritide ha portato solo incertezze»

Affondo del coordinatore regionale del partito della Meloni critico all'esito della visita del ministro. «Della nuova Statale 106, a Nord e a Sud di Sibari, ancora non se ne parla. Mentre sul porto di Corigliano-Rossano e sulla mobilità ferroviaria sono solo promesse»

di Marco  Lefosse
giovedì 28 febbraio 2019
15:55
Condividi
Ernesto Rapani
Ernesto Rapani

«La visita del ministro Toninelli a Corigliano Rossano è certamente un fatto positivo per il territorio perché rimette al centro importanti questioni che riguardano le infrastrutture per la costa jonica cosentina. Quello che però lascia l’amaro in bocca è la mancanza di certezze che ha contraddistinto questa visita».

Il coordinatore regionale di Fratelli d’Italia, Ernesto Rapani, interviene per commentare la visita del Ministro alle Infrastrutture ed ai Trasporti, al quale non risparmia critiche.

«Il Megalotto 3 della S.S.106 – chiede il leader calabrese del partito della Meloni – subirà delle modifiche oppure no? Esiste un crono programma che ci permette di capire entro quale data saranno avviati i lavori? L’inutile e devastante investimento di 770 milioni di euro stanziato dai governi Renzi-Gentiloni sarà utilizzato per realizzare una “nuova” strada Statale 106 sempre a due corsie che non migliora nulla e non risolve nessun problema, oppure sarà utilizzato per continuare l’ammodernamento della S.S.106 con un tracciato collinare ex novo a 4 corsie a Sud di Sibari?»

«Quali gli investimenti per il porto di Corigliano-Rossano?»

Ed ancora: «Per il Porto di Corigliano Rossano oltre ai problemi legati alla mancanza di acqua e di elettricità – prosegue Rapani con gli interrogativi – quali altri investimenti si è deciso di impegnare? Nessuno? Oppure quanto? E come? L’unica probabile certezza e, quindi, l’unica probabile novità che ha portato la visita del ministro riguarda la Frecciargento Sibaritide-Roma che, da ciò che si legge dalle dichiarazioni dell’On. Abate, potrebbe partire entro l’estate. Magari. Forse. Speriamo. Vedremo».

«Nemmeno un centesimo di investimenti per la Sibaritide»

Nel frattempo, prosegue Rapani, però è bene sottolineare «quelle che sono le certezze: il Governo è in carica ormai da un anno ed ha approvato una legge finanziaria che non prevede neanche un centesimo di euro di nuovi investimenti in infrastrutture nell’area jonoca del cosentino. In pratica tutto ciò che bolle in pentola è frutto degli investimenti già previsti dai governi passati di destra e di sinistra. Non solo. Questo Governo cerca con insistenza di approvare una legge sull’autonomia differenziata le cui conseguenze saranno devastanti per la Calabria: meno risorse, meno sviluppo, meno possibilità. Per queste ragioni aspettiamo l’estate per capire quali affermazioni diventeranno certezze e quali, invece, erano solo i soliti annunci di un Ministro che arriva a Corigliano Rossano a pochi mesi dalle elezioni amministrative e, quindi, in piena campagna elettorale e non incontra nessuno. Nessuno tranne i “suoi”. E pazienza se è anche il nostro Ministro. Il Ministro della Repubblica Italiana e di tutti i cittadini: non solo quelli dei meetup».

 

LEGGI ANCHE:

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Marco  Lefosse
Giornalista
Sono Marco Lefosse, classe 1982. Giornalista pubblicista dal 2011 e Idealista nel DNA. Appena diciottenne scrivo alcuni brevi contributi sulla nuova esperienza della giovane destra calabrese per Linea, il giornale di Fiamma Tricolore diretto da Pino Rauti, e per i settimanali il Borghese e lo Stato. A gennaio del 2004 inizio a muovere i passi nei quotidiani regionali. Il mio primo “contrattino” da collaboratore lo firmo con il Quotidiano della Calabria. Nel 2006 lascio il Quotidiano e accolgo con entusiasmo l’invito dell’allora direttore de La Provincia Cosentina di  Genevieve Makaping ad entrare nella squadra della redazione ionica. Nel 2008 arriva il primo vero contratto giornalistico con Calabria Ora. Un’esperienza bellissima che ha forgiato e ben temperato la mia penna. Con onore ho lavorato, ininterrottamente fino al fallimento di questo splendido progetto editoriale nel 2014, per raccontare sempre e a tutti i costi le verità della mia città e del territorio. Parallelamente all’esperienza di Calabria Ora, nel 2011, il neo Sindaco di Rossano, Giuseppe Antoniotti, mi vuole come consulente nello staff dei collaboratori di fiducia. Nel luglio  del 2013, insieme alla collega Giusj De Luca (oggi anche mia splendida compagna di vita), fondo la CMP Agency, una giovane realtà di consulenza per la comunicazione ed il marketing. E nel gennaio 2014 proprio alla CMP è affidato il servizio di Ufficio stampa e Comunicazione istituzionale del Comune di Rossano. Ad Ottobre dello stesso anno, come consulente, seguo la campagna elettorale regionale del candidato Giuseppe Graziano. Dal 2014, chiusa la lunga parentesi dell’informazione con Calabria Ora, insieme alla nuova realtà di CMP Agency mi occupo esclusivamente di comunicazione istituzionale/commerciale e di marketing. Da Aprile 2018 fa parte della meravigliosa famiglia di LaC come corrispondente per i territori dell’alto Jonio calabrese e della neonata Corigliano-Rossano terza città della Calabria.
Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream