Squadra che vince si cambia: lo strano caso della Lega a Reggio Calabria

Azzerati i vertici cittadini nonostante gli ottimi risultati ottenuti alle ultime politiche. Il coordinatore Nuccio Recupero è incredulo e ha annunciato anche querela contro gli autori dell'articolo che su Repubblica ha descritto legami del partito con la 'ndrangheta

di Ric. Trip.
giovedì 21 giugno 2018
20:19
12 condivisioni

«Perché non c’è chiarezza nella Lega in Calabria? Cosa abbiamo fatto di  male per essere sostituiti? Non è Nuccio Recupero che viene trattato male, ma Reggio la città che ha eletto Matteo Salvini».

C’è molta amarezza nelle parole del coordinatore cittadino, ormai uscente, Nuccio Recupero che, insieme al fratello Franco, ha curato i primi passi della Lega di Salvini nel momento in cui il leader ha deciso di allargare la propria azione politica anche al Sud. «Quando era molto difficile spiegare le ragioni del nostro impegno per la Lega che veniva percepita come un partito che agiva contro il Mezzogiorno e i suoi cittadini».

Un’amarezza tale da convincerlo a convocare negli scorsi giorni una conferenza stampa per annunciare la sua imminente sostituzione. Il suo posto dovrebbe essere preso da Anastasia Porpiglia, consigliere comunale a Villa San Giovanni, e candidata con la Lega alle ultime politiche dello scorso 4 marzo.

Recupero si lamenta soprattutto delle modalità con le quali questo avvicendamento starebbe avvenendo. «Ad aprile – ha spiegato Recupero – il coordinatore regionale, Furgiuele ha annunciato l’azzeramento del partito in Calabria, senza spiegare come e perché. Considerato l’ottimo risultato conseguito nella provincia di Reggio Calabria, che ha consentito, proprio nel nostro collegio, l’elezione al Senato di Matteo Salvini, ci aspettavamo una prosecuzione del nostro impegno. Del resto squadra che vince non si cambia. Nelle altre province sono stati confermati i coordinatori o i commissari. Invece ci ritroviamo di fronte ad un inspiegabile silenzio».

Per Recupero ci sarebbe stata una chiusura totale da parte del coordinatore regionale e anche di quello provinciale che si sarebbero negati anche al telefono. Da qui l’esigenza di convocare una conferenza stampa per spiegare quanto sta accadendo dentro il partito di Salvini a Reggio Calabria.

Recupero ha escluso che le decisioni possano essere state assunte in relazioni all’articolo apparso su La Repubblica che analizzava la campagna elettorale della Lega in riva allo Stretto ipotizzando legami con la destra di Scopelliti e anche con ambienti vicini alle cosche. Nell’articolo venivano citati anche Nuccio e Franco Recupero.

«Escludo che l’articolo possa avere avuto qualche influenza anche perché nello stesso vengono citati anche altri esponenti del partito». Anzi i fratelli Recupero hanno annunciato di aver deciso di presentare querela contro gli autori.

Si aspetta adesso di conoscere i prossimi passi del partito che a Reggio Calabria aveva avuto un risultato straordinario. Tanto che lo stesso ministro Salvini aveva annunciato, negli scorsi giorni, l’intenzione di tornarci in visita. Di certo servirà il massimo della prudenza per conservare il risultato ottenuto dal partito in riva allo Stretto che adesso viene scosso, oltre che dalle ombre gettate dall’inchiesta di Repubblica, dal ribaltone alla guida cittadina.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Ric. Trip.
Giornalista
Riccardo Tripepi, avvocato del foro di Reggio Calabria e giornalista pubblicista, collabora da oltre venti anni con periodici e quotidiani, locali e nazionali, occupandosi prevalentemente di politica regionale, cronaca sindacale e dei principali eventi calabresi. Dal 2007, da giornalista accreditato, racconta la cronaca istituzionale del Consiglio Regionale della Calabria e delle Commissioni Consiliari. Tra i principali organi di informazione con i quali ha collaborato: L’Altra Reggio, Nuovo Giangurgolo, Il Domani della Calabria, Calabria Ora, l’Ora della Calabria, l’Avvenire, il Garantista, Radio Studio Uno, Radio Touring e Sud Tv. Attualmente è editorialista politico presso “Cronache delle Calabrie”, quotidiano a diffusione regionale diretto da Paolo Guzzanti; collabora con Il Dubbio, quotidiano a diffusione nazionale diretto da Piero Sansonetti, il sito internet Zoomsud diretto da Aldo Varano, e il portale del Consiglio regionale della Calabria “Calabria on Web” diretto da Romano Pitaro. E’ direttore responsabile della rivista bimestrale “Medinbus” diffusa sulle linee nazionali dei pullman della ditta Federico.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: