Regione, Greco dichiara guerra alla burocrazia: «Tra cavilli e ritardi tutto resta fermo»

Il capogruppo di Oliverio presidente alla Regione denuncia la mancanza di decreti attuativi della legge di promozione della dieta mediterranea: «La Calabria sta a guardare mentre il mondo corre»

18 febbraio 2019
19:56
11 condivisioni
Il consigliere Greco
Il consigliere Greco

«Una impasse ingiustificabile che materializza i dubbi di tanti sull'effettivo valore del ruolo legislativo esercitato dal Consiglio regionale». Lo dice il capogruppo di "Oliverio Presidente" alla Regione, Orlandino Greco, denunciando la mancanza dei decreti attuativi della legge regionale di promozione della dieta mediterranea, «legge - aggiunge - fino a oggi carta morta nonostante le ingenti risorse stanziate dal 2017».

 

Greco definisce «mortificante vedere tante leggi e mozioni approvate, spesso all’unanimità, senza che a questo seguano atti concreti per l'attuazione delle stesse. A volte si ha come la sensazione di scrivere atti notarili con l'inchiostro simpatico. Legiferare in Calabria significa impegnarsi in meri esercizi di stile dimenticati in mano a una burocrazia che tra cavilli e ritardi lascia tutto immobile senza alcuna possibilità di fare passi in avanti. A nulla - prosegue il capogruppo di Op - servono le continue sollecitazioni ai Dipartimenti, le richieste di chiarimenti, le interrogazioni». Secondo il consigliere «tutto resta fermo in attesa che qualche funzionario abbia il tempo e il buon senso di leggere qualche documento, di firmare qualche atto, di impegnare risorse stanziate. Così, mentre il mondo corre, la Calabria sta ferma a guardare. E tutto va bene».

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio