Corrado (M5s): «Per le telecamere a Capo Colonna in arrivo 75mila euro»

Dai responsabili del parco e del museo archeologico trovati i fondi per la riparazione dell’impianto. Dalla Direzione generale musei impegnati fondi per la manutenzione

di Redazione
29 agosto 2019
10:11
26 condivisioni

«Ottime notizie per Capo Colonna». Ad annunciarle la senatrice del Movimento 5 Stelle Margherita Corrado, componente della commissione Cultura di palazzo Madama. La pentastellata comunica che in risposta alla sua nota del 7 agosto - dove richiedeva la verifica e la sussistenza delle condizioni minime di sicurezza per i visitatori e per gli stessi beni archeologici - la Direzione generale dei musei le ha ì fatto pervenire «la corrispondenza intercorsa tra gli uffici centrali e quello periferico nelle ultime tre settimane». «Se ne ricava  - spiega- che il guasto alle telecamere che ha lasciato pericolosamente sguarniti parco e museo archeologico, teste la responsabile dell’ex Polo museale della Calabria, Antonella Cucciniello, sarebbe dipeso da un “forte temporale estivo”». Alla luce del sopralluogo condotto nei primi giorni di agosto e del conseguente preventivo, la riattivazione dell’impianto richiederebbe circa 3mila euro. 

Stanziati 75mila euro per la manutenzione

«Notizia ben più ghiotta - prosegue la parlamentare - però, perché dovrebbe scongiurare che in futuro possano ripetersi situazioni di pari gravità, è che il 27 agosto i vertici della stessa Direzione generale musei del MiBAC (dott.ri Lampis e Tarasco) hanno impegnato circa 75mila euro proprio per la manutenzione dell’impianto di video-sorveglianza di Capo Colonna. Insomma, l’emergenza sicurezza dovrebbe presto rientrare e, se saremo fortunati, perché solo di fortuna si sarà trattato, nessun visitatore si sarà fatto male, né i resti del santuario di Era e della città romana sul Lacinio avranno subito danni irreversibili».

 

«Avrà sofferto più di tutto, questo sì, la dignità del Parco, messa a dura prova dai comportamenti censurabili di una parte dei visitatori nel periodo di ‘autogestione’. Resta poi - continua la senatrice grillina - l'amaro in bocca al pensiero che il gravissimo rischio corso si sarebbe potuto evitare se solo la città di Crotone avesse potuto disporre di denaro per proteggere e valorizzare il suo patrimonio culturale… Ricordatemi, per favore, quanto è costata la presentazione di Antica Kroton».

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio