Essere solidali come cittadini con la grande azione giudiziaria messa in campo dal procuratore Gratteri diventa necessario e urgente, quasi un dovere civico, per impedire che la discussione venga intorbidita da ragionamenti fuorvianti. La ‘ndrangheta non si sconfigge solo con la repressione ma, soprattutto, con la forza di una presa di coscienza collettiva. Appuntamento il 18 gennaio a Catanzaro

di Pasquale Motta
lunedì 6 gennaio 2020
07:16
1604 condivisioni
Il procuratore Gratteri
Zingaretti, Oliverio e Callipo
mercoledì 4 dicembre 2019
08:51

I fan del governatore uscente  tentano di accreditare l’idea di un partito in rivolta a difesa del presidente. Suggestione. Fake news utile solo come arma di pressione contro Roma. Una trappola nella quale possono cadere solo coloro che dell’universo della sinistra calabrese non conoscono praticamente nulla

di Pasquale Motta
879 condivisioni
Occhiuto perde la candidatura e anche la testa. E se la prende con LaC e Pubbliemme
martedì 5 novembre 2019
20:06

Il sindaco di Cosenza e aspirante governatore della Calabria ritiene criminogeno che i giornalisti svolgano liberamente il loro mestiere. In un comunicato ha attaccato la nostra testata facendo affermazioni false e pesanti. La risposta del direttore di Lacnews24.it è durissima

di Pasquale Motta
414 condivisioni
Cosenza, Iole Santelli e Mario Occhiuto
mercoledì 16 ottobre 2019
19:26

Il fallimento finanziario dell’ente bruzio rappresenta l’epilogo del modello politico e amministrativo del sindaco e della vicesindaca, quest’ultima, anche coordinatrice regionale di Forza Italia. Un debito di oltre 350 milioni di euro che lascia in ginocchio una città. Un crollo finanziario che peserà sulle spalle dei cittadini e rappresenta una seria ipoteca sul futuro delle nuove generazioni

di Pasquale Motta
5133 condivisioni
La caduta degli Occhiuto tra questioni giudiziarie, supponenza e dilettantismo politico
sabato 12 ottobre 2019
19:56

La Lega affonda la velleità del sindaco di Cosenza di diventare il candidato del centrodestra unito. Epilogo prevedibile e quasi scontato. L’architetto “prestato” alla politica liquida la sua vicenda giudiziaria come la conseguenza delle denunce dei suoi nemici e accusa Salvini di essere garantista a fasi alterne. Tuttavia, difficile immaginare che accuse che vanno dalla bancarotta fraudolenta al riciclaggio trasnazionale possano essere solo la conseguenza della vendetta di qualche nemico

di Pasquale Motta
117 condivisioni
Il destino di Oliverio nelle mani di Adamo. La Calabria invece in braccio a Maria
mercoledì 9 ottobre 2019
21:02

Chi conosce la geografia interna della sinistra calabrese sa benissimo che la strategia politica è appannaggio di Nicola Adamo. Il governatore senza la capacità tattica di quello che oggi è considerato il  presidente ombra della regione sarebbe naufragato non in mare aperto ma in uno dei laghi minori della Sila. Guerre, spaccature, divisioni, sconfitte clamorose alla fine della fiera hanno sempre fruttato alla tribù dell'ex parlamentare postazioni istituzionali di prestigio

di Pasquale Motta
284 condivisioni
Se il nuovo Governo Conte dura Matteo Salvini è finito ma se fallisce... risorgerà
sabato 7 settembre 2019
14:32

Il direttore nel suo editoriale analizza i punti di forza e di debolezza del secondo esecutivo Conte. Dal prevalere degli uni sugli altri, infatti, secondo la sua analisi, riusciremo a comprendere il destino di questa esperienza e di questa temeraria alleanza nata da una crisi in salsa ferragostana

di Pasquale Motta
133 condivisioni
Lega, Matteo Salvini
mercoledì 4 settembre 2019
16:51

Il Parlamento, la politica internazionale e le relazioni con l’Europa non si possono trattare con lo stesso metro di misura con il quale si mangia polenta in una festa della Lega lombarda nella Val Seriana. Salvini è morto di provincialismo. Tutto qua. Se dobbiamo dare la colpa della pazza crisi ferragostana ai poteri forti delle cancellerie europee, considerato il background del “capitano”, non devono aver fatto un grande sforzo per buttarlo giù dal podio

di Pa. Mo.
556 condivisioni
Processioni in mano ai malandrini? La Chiesa allontani i “Don Abbondio” dalle parrocchie
lunedì 19 agosto 2019
17:22

Se si arriva a tollerare che gaglioffi, capi bastone e pregiudicati abbiano diritto a portare le Madonne, con la motivazione che la Beata Vergine è di tutti, o come principio di accoglienza cristiana, significa che il verme sta consumando la mela dall’interno con tutto il suo carico di marciume. La cosa più grave è che tali giustificazioni molto spesso siano espresse dagli stessi parroci. Ciò inevitabilmente aggrava la malattia sociale

di Pasquale Motta
315 condivisioni
Crisi, la partita in mano a dilettanti allo sbaraglio e alle convenienze dei capi bastone
giovedì 15 agosto 2019
12:12

Come avrebbe detto il divin Giulio, la rimessa in gioco tocca all’arbitro. Nel nostro sistema istituzionale è il presidente della Repubblica. E sul Colle più alto non risiede un’interventista come Giorgio Napolitano, nè un picconatore come Francesco Cossiga, nè un movimentista come Sandro Pertini. C’è Sergio Mattarella, un morigerato notaio democristiano, uomo politico che si è formato nella gestione delle crisi della prima Repubblica

di Pasquale Motta
33 condivisioni
De Felice e Oliverio
giovedì 8 agosto 2019
16:29

VIDEO | A quasi una settimana dallo scoppio del caso il presidente del Cda Sacal non ha ritenuto di chiedere scusa per il disagio provocato ai passeggeri. Se da mesi un ex prefetto della Repubblica e un presidente della Regione con un quarantennio di esperienza amministrativa sulle spalle non riescono ad attivare un semplice punto d’informazione turistica, sorge spontaneo chiedersi: siamo sicuri che questo assetto istituzionale e manageriale sia adeguato a far sopravvivere la nuova realtà degli scali aereoportuali calabresi?

di Pasquale Motta
88 condivisioni
Il dottor Pasquano e Oliverio
lunedì 5 agosto 2019
19:10

La difesa del governatore appare fuorviante rispetto al problema politico che pone la vicenda. Per una volta, dunque, lasciamo perdere i risvolti penali. Era giusto e utile spendere 100mila euro per finanziare un evento di costume, con l’obiettivo di promuovere la Regione? Un evento, tra l’altro, nel quale protagonista non era la Calabria ma il suo presidente? Il nocciolo della vicenda sta tutto dentro questo paradosso

di Pasquale Motta
104 condivisioni