Ricatta l'imprenditore con cui aveva una relazione: «Sono bella ma anche diabolica»

Aveva chiesto 150 mila euro per non rivelare il tradimento alla moglie ma lui la denuncia e va all'appuntamento con i carabinieri

di Redazione
mercoledì 30 maggio 2018
17:17
115 condivisioni

Voleva 150 mila euro per non rivelare alla moglie la loro relazione clandestina ma l'imprenditore ha denunciato il tentativo di ricatto e si è presentato all'appuntamento per consegnare la prima tranche di 20 mila euro in compagnia dei carabinieri. Sara Andretta, 41enne trevigiana, è stata arrestata con l'accusa di tentata estorsione. In una delle mail inviate al suo ex amante la donna si descriveva «molto intelligente, oltre che bella. Ma io preferisco definirmi diabolica. Ho sempre avuto ben chiaro il mio obiettivo».

Vittima della tentata estorsione un ricco imprenditore padovano di 54 anni che aveva prima assunto la donna nella sua azienda e poi aveva avuto con lei una relazione extraconiugale. Alla fine della loro relazione sono iniziate le richieste di denaro via mail e sms per comprare il silenzio e non rivelare nulla alla moglie.

«Ma quale estorsione, dopo essere rimasta senza lavoro mi aveva detto che mi avrebbe aiutata e non l'ha fatto», si è difesa la donna davanti al giudice. Secondo gli inquirenti, Sara Andretta potrebbe aver tentato di ricattare altri uomini utilizzando lo stesso metodo. La procura è intenzionata ad approfondire ma nel frattempo il pm chiederà il giudizio immediato per il tentato ricatto.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream