Blue whale, a processo una 23enne: avrebbe costretto una ragazzina a tagliarsi

La giovane è accusata di atti persecutori e violenza privata aggravati. È il primo caso a Milano

di Redazione
venerdì 8 febbraio 2019
08:09
6 condivisioni

Si sarebbe spacciata per "curatore" nell'ambito della cosiddetta "Blue Whale Challenge", e tramite Istagram e Facebook, con la complicità di un minorenne e dietro minacce di morte, avrebbe costretto una ragazzina, ora di 14 anni, a infliggersi alcuni tagli sul corpo e ad inviarle le foto, come primo step delle 50 prove di coraggio. Per questo il gup Anna Magelli ha mandato a giudizio per il prossimo 16 aprile una 23enne con le accuse di atti persecutori e violenza privata aggravati. E' il primo caso a Milano finito a processo.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: