Bimba di 8 mesi morta a Salerno, arrestato il padre

L'uomo è stato trasferito nel carcere di Salerno. Indagata anche la madre. Gli investigatori sono alla ricerca di ulteriori elementi che possano delineare la vicenda e chiarire l'entità delle frequenti liti che avvenivano tra i genitori

di Redazione
24 giugno 2019
10:32
184 condivisioni

È stato arrestato per omicidio Giuseppe Passariello, il padre della bimba di otto mesi morta sabato notte a Sant'Egidio del Monte Albino (Salerno). La bimba era arrivata all'ospedale di Nocera Inferiore con lividi e lesioni. L'uomo, insieme alla moglie, da sabato era indagato per omicidio. La custodia in carcere è scattata per pericolo di fuga.

A dare una svolta al giallo sarebbero state delle dichiarazioni contrastanti rilasciate da lui e dalla moglie durante gli interrogatori. L'uomo è stato trasferito nel carcere di Salerno.

 

La bambina era arrivata nel cuore della notte, intorno alle 3.30, all’ospedale di Nocera Inferiore, ma ormai non c'era più niente da fare: era già morta. Sul corpo sono stati trovati lividi, escoriazioni simili a bruciature e lesioni. Stando a quanto emerso, la famiglia della bambina era problematica: lui, originario di Pagani, noto alle forze dell'ordine per piccoli precedenti, arrestato diversi anni fa anni fa per rissa, con un recente trascorso a La Tenda, la comunità di recupero per tossicodipendenti. Lei, di Angri, moglie e madre insospettabile, senza macchie nel passato. Si erano trasferiti da un annetto e mezzo a Sant'Egidio del Monte Albino, dove vivevano con Jolanda ed il primogenito, Andrea, di qualche anno più grande.

Negli ultimi tempi c'erano state anche segnalazioni di violenti litigi tra marito e moglie. Qualcuno parla di atteggiamenti aggressivi dell'uomo nei confronti della donna. Nessuno avrebbe, però, potuto immaginare mai tanta atrocità.

Gli investigatori, coordinati dal sostituto procuratore Roberto Lenza, hanno ascoltato anche i vicini di casa, i parenti e le assistenti sociali di Sant'Egidio del Monte Albino (Comune che proclamerà il lutto cittadino in occasione dei funerali) per provare a ricavare ulteriori elementi. Ma la svolta nelle indagini potrà arrivare al termine dell'autopsia che verrà effettuata lunedì alle 15 nell'obitorio dell'ospedale Umberto I di Nocera Inferiore dai medici legali Rosanna e Giuseppe Consalvo.
Le indagini vertono ora sulla ricerca di ulteriori elementi che possano delineare la vicenda e, in particolare, chiarire l'entità delle frequenti liti che avvenivano tra i genitori.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio