Vigili del fuoco, Mangialavori: «Si fermi il declassamento dei tecnici»

Il senatore di Forza Italia si rivolge al ministro Salvini e al sottosegretario Candiani: «Un vero e proprio tradimento istituzionale»

di Redazione
martedì 24 luglio 2018
14:13
2 condivisioni

«Il governo deve fare tutto il possibile per evitare che un corpo glorioso come quello dei vigili del fuoco venga umiliato da provvedimenti legislativi ingiusti». È quanto dichiara il senatore di Forza Italia Giuseppe Mangialavori.

 

«Il testo del decreto legislativo approvato pochi giorni fa dal Consiglio dei ministri – spiega il parlamentare – realizza quello che in molti hanno definito come un vero e proprio “tradimento istituzionale” ai danni dei funzionari tecnici diplomati del Corpo nazionale dei vigili del fuoco. Si tratta di quei responsabili di reparti operativi, un tempo classificati come ufficiali, che si sono distinti per impegno, professionalità e dedizione alla causa in occasione di tutte le più grandi sciagure che hanno colpito il nostro Paese. La nuova norma determinerebbe infatti un forte demansionamento per più di 300 funzionari tecnici che, da parte loro, non chiedono trattamenti speciali o leggi ad personam, quanto l'istituzione di uno specifico ruolo di direttivi a esaurimento. Per questo, sento di sposare completamente la battaglia intrapresa dal Comitato degli ex funzionari tecnici, geometri e periti del Corpo nazionale, che chiede parità di trattamento e un acconcio inquadramento giuridico al fine di scongiurare il declassamento di figure professionali che svolgono una funzione di raccordo funzionale tra la base operativa e la dirigenza».

 

«Mi auguro – conclude Mangialavori – che il governo voglia rivedere il provvedimento in questione e mi appello al ministro dell'Interno Matteo Salvini e al sottosegretario Stefano Candiani affinché si impegnino ad apportare i necessari correttivi. In caso di mancate risposte, assicuro fin da ora la presentazione di una interpellanza urgente per conoscere i reali intendimenti dell'esecutivo su una materia che interessa da vicino la dignità di un Corpo a cui l'Italia deve tanto».

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: