Strada del mare, Mirabello sostiene la protesta: «La Regione è coi cittadini»

Il consigliere regionale, presente nella manifestazione tenutasi a Joppolo questa mattina, assicura il supporto dell’ente per una soluzione delle criticità

di Redazione
domenica 29 luglio 2018
16:00
47 condivisioni
Michele Mirabello
Michele Mirabello

Il consigliere regionale, Michele Mirabello, è tornato sulla protesta che questa mattina ha visto impegnati commercianti e cittadini per la riapertura della Strada del mare, la provinciale 23 che collega Joppolo a Coccorino bloccata dal 7 novembre scorso a causa della caduta di un grosso masso.


«Voglio fare un grande plauso agli organizzatori per la civiltà con cui si è svolta una protesta più che legittima e forse anche sin troppo tardiva» ha fatto sapere Mirabello, che poi ha evidenziato come sulla vicenda si siano «consumati decenni di disinteresse e di disordini politico amministrativi su cui per troppo tempo è calato un silenzio ingiusto che ha fatto forse pensare che queste comunità potessero subire di tutto».


Il consigliere ha rimarcato «la mia personale presenza, mettendoci la faccia in prima linea, per dare il pieno sostegno della Regione e per mettere sul tavolo i fatti sin qui prodotti grazie al lavoro messo in campo con serietà e senza proclami inutili».


«La regione Calabria – ha proseguito - che si è peraltro pronunciata all'unanimità nella discussione di un mio ordine del giorno in consiglio, ha rimesso a disposizione i circa 13 milioni di euro che residuano sull'accordo di programma quadro del 2006 e che erano in perenzione e prossimi al disimpegno, per il completamento dei lavori».


Mirabello ha anche aggiunto che «lo stesso presidente Oliverio ha formalmente dichiarato nel corso del tavolo tecnico la propria disponibilità, se necessario, ad immettere nuove risorse aggiuntive e ad assumere sul tavolo regionale la regia di una procedura da lungo tempo interrotta a causa delle difficoltà amministrative della provincia».


Prima di poter accedere alle risorse, ha continuato Mirabello, «è necessario da parte dell'amministrazione provinciale di Vibo Valentia, di chiudere e definire con urgenza i rapporti contrattuali con l'impresa che aveva vinto la gara e non ha completato per le note vicende i lavori, di cui discuterò, su delega di Oliverio, al tavolo convocato dal Prefetto di Vibo Valentia dott. Gualtieri».


«Alle comunità locali – ha concluso - dal versante della Regione e per le competenze a noi ascritte, posso garantire ancora una volta, dopo essere stato per mesi l'unico a recarsi a Joppolo e ad ascoltare i cittadini, le loro proteste, gli sfoghi ed i rimbrotti, che la regione Calabria non farà mancare la propria determinazione per ridare decoro e dignità al territorio».

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: