L’intero paese in rivolta contro la preside della scuola: «Mandatela via»

La giunta comunale di Petilia Policastro chiede all'Ufficio scolastico di trasferire la dirigente per "atteggiamenti ostili" contro docenti e famiglie degli alunni

venerdì 13 luglio 2018
14:42
41 condivisioni
L’Istituto Comprensivo di Petilia Policastro
L’Istituto Comprensivo di Petilia Policastro

La giunta comunale di Petilia Policastro ha approvato una delibera per chiedere all'Ufficio scolastico regionale di trasferire la dirigente scolastica che non è più gradita al paese. Come riporta questa mattina il periodico “Il Crotonese”, la richiesta è contenuta nella delibera numero 78 dell'11 luglio 2018, approvata all'unanimità dalla Giunta comunale guidata dal sindaco Amedeo Nicolazzi, contro G.C. (queste le iniziali della dirigente, come riportato nella delibera). È stato proprio il primo cittadino a proporre all'esecutivo di approvare l'atto per accogliere una petizione presentata lo scorso 10 luglio da docenti, assistenti amministrativi, genitori dell'Istituto comprensivo “Dante Alighieri”, ma anche di alcune associazioni culturali e privati cittadini.


La delibera è motivata dal fatto che alla luce della petizione è stata «ravvisata la sussistenza di gravi fattori di turbamento dell'ambiente scolastico e di pregiudizio del rapporto fiduciario tra l'istituzione scolastica e le famiglie degli alunni, conseguenti a presunti comportamenti lesivi della dignità della persona, nonché del prestigio e del decoro dell'amministrazione scolastica».


Secondo la proposta del sindaco «ormai da anni le famiglie, il corpo docente, gli assistenti amministrativi di Petilia Policastro accusano e lamentano malessere, sofferenza, impotenza, rassegnazione all' interno del contesto scolastico in cui vivono ed operano». Nella delibera si parla di «atteggiamento ostile della dirigente scolastica» e si ricorda come la precedente Amministrazione comunale, guidata anch'essa da Nicolazzi, sia stata «destinataria di contumelie, offese, post denigratori e polemici rivolti anche sui social dalla Dirigente scolastica che, nelle sue qualità, esercitava un innegabile condizionamento nelle opinioni e sensibilità dei cittadini».

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: