La nuova vita dell'ex scuola Maddalena di Catanzaro

Nell'edificio ormai abbandonato saranno realizzati alloggi destinati alle forze armate e alle forze dell'ordine. Il progetto caldeggiato dall'ex prefetto Luisa Latella

di L. C.
mercoledì 4 luglio 2018
18:21
2 condivisioni

Un milione e 900mila euro per abbattere e ricostruire l’edificio dell’ex scuola Maddalena a Catanzaro, dichiarato inagibile da anni, e ospitarvi alloggi delle forze armate e delle forze dell’ordine. È stata firmata dal sindaco Sergio Abramo e da Giuseppe Iiritano, in rappresentanza del dipartimento Infrastrutture e Lavori Pubblici della Regione, la convenzione che ha assegnato al Comune il finanziamento per gli interventi previsti.

 

Era stato l’ex prefetto Luisa Latella a segnalare alla Regione la disponibilità della città ad accogliere questa tipologia di alloggi. Con questo progetto saranno realizzati dai dodici ai quindici alloggi con una superficie che va dai 40 ai 70 metri quadrati. Il nuovo edificio si svilupperà su tre piani. Il piano terra verrà utilizzato come area parcheggio contenente quaranta posti auto. I due piani elevati ospiteranno gli alloggi che saranno serviti da un ascensore e forniti da un impianto antincendio. Prevista, inoltre, la sistemazione di tutta l’area esterna

 

«È un altro passo avanti per il ripopolamento e il rilancio del centro storico del capoluogo», ha commentato il sindaco Sergio Abramo a margine della firma. «In questo modo l’amministrazione comunale potrà ridare un nuovo aspetto e nuove funzioni, in totale sicurezza, a un immobile abbandonato».

 

l.c.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

L. C.
Giornalista
Laureata con il massimo dei voti in Scienze della Comunicazione e della Conoscenza all’Università degli studi della Calabria di Cosenza, già a partire dall’anno successivo dal conseguimento dalla laurea intraprende l’attività giornalistica. Risalgono alla primavera del 2012 i primi articoli pubblicati sulle colonne della pagina catanzarese della Gazzetta del Sud, testata sotto la cui ala inizia a prendere confidenza con la professione. Con il trascorrere degli anni passa dai resoconti delle conferenze stampa e dei convegni alla realizzazione di inchieste su temi specifici quali sanità, rifiuti, politica, società municipalizzate e vertenze sindacali. La collaborazione è tuttora attiva.   Nel luglio del 2015 ottiene l’abilitazione allo svolgimento della professione certificata dall'iscrizione al relativo albo regionale dei giornalisti pubblicisti. A partire da gennaio del 2016 e fino al febbraio del 2017 è stata corrispondente da Catanzaro del quotidiano online Zoom24 con sede a Vibo Valentia. Oltre ad allagare le competenze anche alla sfera della cronaca, l’esperienza è risultata utile ai fini dell’apprendimento del sistema editoriale (Wordpress) e del confezionamento di notizie indirizzate ad una realtà più immediata e dinamica qual è il web.   Nel giugno del 2016 stringe una nuova collaborazione con la casa editrice Golfarelli con sede a Bologna, che cura la pubblicazione di periodici e riviste di settore. L’attività che tuttora svolge consiste nella redazione di testi e nella preparazione di interviste capaci di far emergere realtà imprenditoriali di successo nel panorama nazionale.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: