Cercasi mandrake per ufficio stampa, pagato quattro euro all'ora

In provincia di Avellino bando per affidare un incarico professionale ad un giornalista: richiesta disponibilità h24 per meno di 20 euro al giorno

di Salvatore Bruno
martedì 23 ottobre 2018
22:45
29 condivisioni

Le competenze cercate sono degne del direttore del Washington Post: comprovate esperienze alla guida di testate giornalistiche, specializzazione nella cura dei social media, pregressi rapporti con la pubblica amministrazione, propria copertura assicurativa, capacità grafiche per disegnare inviti e locandine, espletamento dell’incarico senza vincoli di orario, con reperibilità telefonica h24 e disponibilità a partecipare anche ad eventi serali e festivi. Il compenso invece è addirittura più basso di quello elargito dal più tiranno dei caporali, di quelli che sfruttano i poveri cristi e che, se pizzicati dalla magistratura, si beccano anche una denuncia se non addirittura l’arresto.

L'obolo offerto dal comune

Il comune di Grottaminarda, piccolo centro della provincia di Avellino, cerca un addetto stampa. I requisiti sono chiari: vuole il migliore, il più bravo reperibile sulla piazza. E lo vuole pagare una miseria: seimila euro l’anno, 500 euro al mese. Il bando parla di un impegno a tempo pieno per sette giorni su sette. Ma anche ipotizzando 24 e non 30 giorni lavorativi da cinque ore, fanno poco più di venti euro al giorno, quattro euro l’ora. Una miseria, anzi, un’elemosina. Naturalmente il compenso è lordo: l’aspirante sarà obbligato ad aprire una partita Iva, pagare le tasse sull’importo fatturato, pagare l’Inpgi, addirittura accollarsi i costi della benzina per raggiungere i luoghi in cui la sua presenza dovesse essere richiesta. Questa proposta di lavoro non è solo inaccettabile: è un insulto. Fatta da un’amministrazione pubblica dovrebbe determinare la rimozione immediata del dirigente che l’ha vergata e firmata e che, per inciso, percepisce una retribuzione lorda di oltre 76 mila euro. Ma anche la levata di scudi dell’ordine dei giornalisti, ancora una volta silente davanti a questo e ad altri abusi consumati tutti i giorni a danno della categoria.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.
Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream