Centri per l'impiego, dipendenti in protesta

Sono oltre 300 i lavoratori che attendono di essere assorbiti dalla Regione Calabria a partire dal 1 luglio 2018 ma il governo regionale non avrebbe ancora assunto nessun atto propedeutico perché questo avvenga

di Rossella  Galati
lunedì 14 maggio 2018
15:59
11 condivisioni

Ancora incerte le sorti dei dipendenti dei Centri per l'impiego calabresi che, supportati dalle sigle sindacali Cgil, Cisl e Uil, si sono riuniti in assemblea alla Cittadella Regionale a Catanzaro per chiedere risposte al governo regionale. Si tratta di 370 lavoratori a tempo indeterminato e oltre 80 a tempo determinato che, nel rispetto della normativa vigente, dai centri per l'impiego dovrebbero passare alla Regione e a decorrere dal 1 luglio 2018 «ma ad oggi - dicono i lavoratori - la Regione risulta inadempiente non avendo assunto nessun atto propedeutico perché questo avvenga».

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: