Sanità privata: Cgil, Cisl e Uil verso la mobilitazione

I sindacati scendono in piazza per tutelare i lavoratori delle strutture sanitarie private e annunciano uno sciopero per il 5 aprile davanti la Cittadella Regionale

di Rossella  Galati
29 marzo 2018
13:39
5 condivisioni

Cgil, Cisl e Uil annunciano una mobilitazione il prossimo 5 aprile davanti la Cittadella Regionale a Catanzaro contro il decreto commissariale 118 che modifica i requisiti minimi di accreditamento delle strutture sanitarie private. Così com’è lo stesso potrebbe infatti compromettere il futuro lavorativo dei dipendenti che già devono fare i conti con i ritardi nei pagamenti.

 

Dalla sede della Cgil a Catanzaro i sindacati chiariscono quindi i motivi della loro iniziativa sottolineando che già nei mesi scorsi era stata avviata una interlocuzione con il governo regionale che sembrava avesse accolto le richieste avanzate e invece nulla di fatto.  Un atteggiamento inaccettabile al quale si aggiunge, secondo le sigle sindacali, un rimpallo di responsabilità tra ufficio del commissario e Regione. «Siamo pronti ad ogni tipo di interlocuzione  – ha dichiarato Bruno Talarico segretario Fp Cgil Catanzaro, affiancato da Antonio Cristofaro Fp Cisl, Salvatore Federico Fisascat Cisl Magna Graecia e Francesco Maltese Uil Fpl – anche nel periodo di Pasqua, altrimenti lo sciopero sarà inevitabile e sarà solo l’inizio di iniziative più incisive».

Rossella Galati

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio