Saverio Caracciolo non si ferma più: altro trionfo per il reporter di LaC

VIDEO | Il documentario “I carbonari” gli è valso il Premio giornalistico nazionale “Il pontile” di Trebisacce. È il 22° riconoscimento in carriera per il professionista tropeano

di Redazione
2 settembre 2019
11:24
470 condivisioni
Caracciolo e i carbonari
Caracciolo e i carbonari

Continua, inarrestabile, l’incetta di premi da parte di Saverio Caracciolo. Il reporter di LaC ha infatti aggiunto una nuova targa al suo già ricco palmares: il Premio giornalistico nazionale “Il pontile” di Trebisacce, giunto alla VI edizione, concentrata quest’anno sul tema “Eclissi (o tramonto) degli antichi mestieri: cause, sviluppi e conseguenze di un antico fenomeno socio-economico del nostro tempo”.

Alla base del riconoscimento il documentario “I carbonari”, che – tra foto e video - è già valso a Caracciolo altri tre premi in carriera.

 

«Un video-documentario – si legge nella motivazione - intenso e coinvolgente che ha il pregio di una narrazione di fatti e figure partecipate e condivise in un’atmosfera diffusa di fatica, orgoglio, sogni, domande e attese».

 

I carbonari racconta infatti il duro lavoro svolto ancora oggi con tecniche antiche dai produttori di carbone delle Serre vibonesi. Uno scorcio di Calabria sconosciuto a molti, ma che, grazie al lavoro di Caracciolo, sta raggiungendo gli occhi e soprattutto il cuore di centinaia di migliaia di persone in tutta Italia: su Youtube ha superato le 800mila visualizzazioni e viaggia spedito verso il milione.

 

Il pontile è il ventiduesimo riconoscimento nella carriera del reporter tropeano, il quale sicuramente dovrà ampliare al più presto la sua bacheca per fare posto ai prossimi, meritatissimi premi.

 

Di seguito il bellissimo documentario.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio