OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
Cultura

Capocolonna, il quartiere che vive solo a maggio

Durante il mese mariano la zona del promontorio di Hera Lacinia si trasforma, ma nel resto dell'anno i cittadini continuano a scontrarsi con le stesse criticità

di Giuseppe Laratta
mercoledì 16 maggio 2018
16:03
19 condivisioni
Il Santuario di Santa Maria di Capocolonna
Il Santuario di Santa Maria di Capocolonna

Il mese di maggio a Crotone è festa grande poiché si celebra la Madonna di Capocolonna, madre di tutti i crotonesi. La città è raggiante, piena di gente, e si avverte un senso di unità quasi sconosciuto durante il resto dell'anno. Anche le vie cittadine stesse sembrano essere più in ordine; questa “normalità” purtroppo non la vivono gli abitanti del quartiere di Capocolonna. Stranamente. In questa parte così importante per tutta la storia che rappresenta, mancano i servizi essenziali, che dovrebbero rappresentare la appena citata normalità.

 

A partire dalle strade, l'illuminazione, l'acqua, il gas e, molto spesso, la pulizia. Di tutto questo ce ne hanno parlato alcuni abitanti del quartiere e delle contrade vicine, rappresentando la problematica seria che quotidianamente vivono. Le strade provinciali che servono a raggiungere la perla dello Jonio crotonese, sono messe male – buche e dislivelli fanno da padrone – l'illuminazione è saltata circa sette anni fa poiché qualcuno ha rubato i cavi di rame, nelle case si usano ancora le bombole di gas, e l'acqua manca spesso. E siamo nel 2018. A questo si aggiunge il fatto che l'ente competente è la Provincia, con tutta la serie di altri problemi intrinsechi; su questo, i cittadini sperano che prima o poi il tutto venga appianato.

 

Però, tutto d'un tratto, proprio in questo mese nel quale si celebra la Madre di tutti i crotonesi, quasi per magia qualcosa la si inizia a mettere a posto a Capocolonna: il verde viene curato, si cercano soluzioni per l'illuminazione – problema maggiore quando il terzo sabato di maggio i fedeli si recano in pellegrinaggio notturno proprio sul promontorio di Hera Lacinia – affinchè il tutto possa procedere per il meglio. Ed è proprio questa situazione che, in un certo qual senso, crea maggiore “rabbia” tra i concittadini di Capocolonna che si chiedono il perchè venga messa una pezza solo per questo periodo dell'anno. E gli altri undici mesi? Da qui sorge spontanea una domanda: conviene che sia la festa della Madonna tutto l'anno affinchè si possa vedere tutta la città – quartieri e contrade incluse – più curate, pulite e servite?

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: