Palermo, per papa Francesco città blindata e numeri da rock star

Preparativi febbrili per la visita pastorale del Santo Padre in Sicilia. Anche dalla Calabria partiranno migliaia di fedeli per raggiungere il Foro Italico, dove verrà officiata la santa messa

di Redazione
martedì 11 settembre 2018
13:52
Condividi

80 mila fedeli provenienti da tutta la Sicilia, dalla Calabria e da altre regioni d'Italia, oltre 500 pullman, 40 vescovi, 700 sacerdoti, 250 cantori, 200 seminaristi, 4.500 giovani presenti a piazza Politeama, 350 giornalisti accreditati. Sono solo alcuni dei numeri della visita di papa Francesco, atteso sabato 15 settembre a Palermo.

 

La macchina organizzativa viaggia a pieno regime da mesi per rispondere con la massima efficienza nell’accoglienza dei tanti pellegrini che vorranno assistere alla messa solenne officiata dal pontefice nell’area del Foro Italico alle 11.30. I pullman non accreditati andranno nel parcheggio Basile, i fedeli a conclusione della messa del Papa potranno prendere il bus navetta gratuito verso via Basile. Un altro parcheggio bus è quello del centro commerciale Forum di Brancaccio. I parcheggi auto previsti sono al centro commerciale Forum, dove sarà possibile prendere il bus navetta gratuito o il tram al costo di euro 1,40 fino alla stazione, e ancora in via Basile, via degli Emiri alla Zisa, con bus navetta gratuito.

 

Papa Bergoglio sarà accolto in una città blindata. Imponenti le misure di sicurezza e traffico interdetto ai mezzi nel percorso previsto per il passaggio del Papa. Dal Centro storico al Politeama, dall'Ucciardone a via Messina Marine fino a Brancaccio sono stati istituiti divieti di sosta con rimozione forzata, che scatteranno già a partire dalla mezzanotte di domani e resteranno in vigore fino alle 19 di sabato e comunque "sino a cessate esigenze".

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: