Paola, un flash mob per dire basta alla violenza sulle donne

Organizzato dall'associazione Artemisia Gentileschi, l'evento vedrà la partecipazione di numerose scuole di danza della zona

di Francesca  Lagatta
22 novembre 2018
15:41
13 condivisioni

“We will rock you” a tutto volume e decine di ballerine che a ritmo di musica daranno vita a una spettacolare coreografia per ribadire, una volta di più, che amore e violenza sono due termini non compatibili tra loro. È l'evento che si terrà a Paola domenica prossima, alle ore 18:00 in punto, organizzato dall'associazione Artemisia Gentileschi in occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne.

Il flash mob

Originariamente nato per radunare persone in un luogo pubblico mediante passaparola nella rete, oggi il flash mob (che vuole dire letteralmente "folla lampo" ad indicare la brevità dell'evento) è uno degli strumenti più efficaci per lanciare un messaggio pubblico, che sia esso di protesta o di sensibilizzazione. Quest'ultimo è il caso di Artemia Gentileschi, che ha radunato tutte le scuole di danza del territorio per rendere la manifestazione ancora più efficace e rendere edotto il pubblico circa lo spinoso argomento.

L'evento, inoltre, ha ottenuto il patrocinio della Commissione Regionale della Pari Opportunità della Regione Calabria e se ne potrà discutere in rete seguendo gli hashtag #noallaviolenza e #battendoipiedi.

Scuole di danza unite contro la violenza

«L’unione di tutte le scuole di danza è un segnale forte, e unico nel suo genere: significa che insieme si può – ha dichiarato la vicepresidente di Artemisia Gentileschi, Simona Nigro – e che non è impossibile una società senza divisioni, unita verso un unico obiettivo. La nostra Associazione è ogni giorno più forte, perché unisce».

All'appello dell'associazione hanno risposto: Progetto Danza di Gianluca Cappadona (socio di Artemisia e promotore attivo dell’evento); Accademia Danceart School di Rosalia Romagno; Ballet Academy di Susy Veltri; Expression Dance di Anna Di Blasi; My Life Dance di Giulia Ferrari; Fairytale Dance di Antonella Fiorito; il gruppo Compa' Dreush di Francesco De Luca; la scuola di danza Artemys Music Lab di Katia Marafioti.

La Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

Indetta dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1999, la Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne è diventata un simbolo di mobilitazione in tutto il mondo: ogni anno si organizzano eventi e manifestazioni «per ricordare le donne che hanno subito o subiscono violenza e quelle che purtroppo non sono sopravvissute al loro aguzzino».

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Francesca  Lagatta
Giornalista
Francesca Lagatta è nata a Praia a Mare l’11 aprile del 1985. Dopo molteplici esperienze con la stampa locale, nel 2011 approda dapprima ad Hi Tech Paper del giornalista Leonardo Lasala, poi ad Alganews, il quotidiano on line diretto dal giornalista Rai Lucio Giordano. È in questo periodo che si forma come giornalista di inchiesta. Nel 2014 è nella redazione calabrese di Notìa, poi è la volta de L’Ora siamo Noi, La Provincia di Cosenza e una piccola parentesi televisiva nel programma Perfidia, al fianco della giornalista Antonella Grippo. Scrive ancora per Identità Insorgenti, L’Ora di Palermo, Echi dal Golfo, Diogene Moderno. Nel 2015 sottoscrive un contratto con l’agenzia Kika Media Press, scrive di cronaca su La Spia Press e di inchiesta su La Spia, il portale del giornalista Paolo Borrometi. Successivamente diventa inviata e addetta di Rete L’Abuso, il più grande osservatorio nazionale di crimini commessi in ambienti clericali, collabora per un breve periodo per Radio Siani e poi viene ingaggiata come corrispondente per Cronache delle Calabrie, diretto da Paolo Guzzanti. Nel giugno del 2017 fonda una agenzia pubblicitaria, la Famnews & Com, e diventa direttrice responsabile della nuova testata giornalistica calabrese di inchiesta La Lince. A gennaio 2018 i suoi articoli vengono pubblicati sul settimanale statunitense Harbor News, mentre qualche mese più tardi è il giornale italo canadese Grandangolare ad annoverarla tra i suoi collaboratori. Sulle riviste nazionali ha firmato per i settimanali Cronaca in diretta e Tutto. Dall’agosto del 2018 è corrispondente per LaC News24.   Dal luglio del 2017 compare nell’elenco nazionale dei giornalisti minacciati stilato dall’autorevole sito Ossigeno per L’informazione. Nella sua breve carriera ha già ricevuto cinque premi per le sue inchieste giornalistiche, assegnati da tre diverse regioni del sud Italia: Sicilia, Calabria e Basilicata. Si occupa in prevalenza di 'ndrangheta, sanità, massoneria, politica, pedofilia e corruzione, ma il suo tarlo è la denuncia sociale.
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio