Ristampato il Codex di Rossano: farà il giro del mondo

VIDEO | La casa editrice Panini ha già ristampato cinque copie autentiche e fedeli del prezioso evangeliario miniato rossanese

di Marco  Lefosse
martedì 11 settembre 2018
14:28
Condividi

Dalle figurine dei calciatori alla riproduzione del Codex Purpureus Rossanensis. È la nuova sfida nella quale si è cimentata Franco Cosimo Panini Editore e presentata stamani nella sala conferenze del museo diocesano e del Codex a Rossano. La storica casa editrice modenese, top class nelle riproduzioni grafiche e tipografiche e già autrice della riproduzione in facsimile della Bibbia di Borso d'Este, si è cimentata questa volta nella riproduzione fedele di Cinque copie uniche ed originali del prezioso manoscritto miniato, Patrimonio dell’Unesco. Le copie avranno un duplice utilizzo: conservare nel tempo la memoria di uno dei monumenti viventi più importanti custoditi in Europa e promuovere nei contesti artistico-culturali internazionali la bellezza dell’evangeliario rossanese.

Alla cerimonia del primo sfoglia pagina hanno partecipato l’Arcivescovo di Rossano-Cariati, Giuseppe Satriano, il Vescovo di Nicotera-Mileto-Tropea, Luigi Renzo, la direttrice della casa editrice Lucia Panini, il direttore del museo diocesano e del Codex, don Pino Straface, e numerosi tra studiosi e cultori del Codex.

Panini: «Un lavoro faticoso è impegnativo»

«La riproduzione del Codex – ha commentato Lucia Panini consigliere delegato della Franco Cosimo Panini Editore – è stata un'impresa straordinaria che ha impegnato la competenza e l'esperienza ventennale della nostra casa editrice nell'editoria facsimilare».

Un'idea nata dalla necessità di far conoscere il Codex nel mondo

Il progetto è nato su ispirazione dell’Arcivescovo della Diocesi di Rossano-Cariati Mons. Giuseppe Satriano. «La realizzazione delle cinque copie in facsimile del Codex Purpureus – ha aggiunto il presule - rappresenta una importante operazione culturale, scientifica e di tutela intrapresa in stretta collaborazione con il Museo Diocesano e del Codex per consentire la visione e l’esposizione fuori sede dell’importante manoscritto, anche e soprattutto dopo l’impegnativo restauro conservativo presso l’ICRCPAL di Roma che lo ha riportato al suo antico splendore».

Il Codex Purpureus Rossanensis, che nel 2015 è stato riconosciuto Patrimonio dell'Umanità, è un evangeliario greco miniato che risale al VI secolo e comprende i testi di Matteo e di Marco e una parte della lettera di Eusebio a Carpiano sulla concordanza dei Vangeli. Le 15 miniature, che illustrano alcuni dei momenti più significativi della vita e della predicazione di Gesù, arricchiscono questo straordinario manoscritto giunto fino a noi in un eccezionale stato di conservazione.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Marco  Lefosse
Giornalista
Sono Marco Lefosse, classe 1982. Giornalista pubblicista dal 2011 e Idealista nel DNA. Appena diciottenne scrivo alcuni brevi contributi sulla nuova esperienza della giovane destra calabrese per Linea, il giornale di Fiamma Tricolore diretto da Pino Rauti, e per i settimanali il Borghese e lo Stato. A gennaio del 2004 inizio a muovere i passi nei quotidiani regionali. Il mio primo “contrattino” da collaboratore lo firmo con il Quotidiano della Calabria. Nel 2006 lascio il Quotidiano e accolgo con entusiasmo l’invito dell’allora direttore de La Provincia Cosentina di  Genevieve Makaping ad entrare nella squadra della redazione ionica. Nel 2008 arriva il primo vero contratto giornalistico con Calabria Ora. Un’esperienza bellissima che ha forgiato e ben temperato la mia penna. Con onore ho lavorato, ininterrottamente fino al fallimento di questo splendido progetto editoriale nel 2014, per raccontare sempre e a tutti i costi le verità della mia città e del territorio. Parallelamente all’esperienza di Calabria Ora, nel 2011, il neo Sindaco di Rossano, Giuseppe Antoniotti, mi vuole come consulente nello staff dei collaboratori di fiducia. Nel luglio  del 2013, insieme alla collega Giusj De Luca (oggi anche mia splendida compagna di vita), fondo la CMP Agency, una giovane realtà di consulenza per la comunicazione ed il marketing. E nel gennaio 2014 proprio alla CMP è affidato il servizio di Ufficio stampa e Comunicazione istituzionale del Comune di Rossano. Ad Ottobre dello stesso anno, come consulente, seguo la campagna elettorale regionale del candidato Giuseppe Graziano. Dal 2014, chiusa la lunga parentesi dell’informazione con Calabria Ora, insieme alla nuova realtà di CMP Agency mi occupo esclusivamente di comunicazione istituzionale/commerciale e di marketing. Da Aprile 2018 fa parte della meravigliosa famiglia di LaC come corrispondente per i territori dell’alto Jonio calabrese e della neonata Corigliano-Rossano terza città della Calabria.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: