Los Angeles, l'Oscar dell’informatica al calabrese Marco Carbone

Il “Most Influential POPL Paper Award 2018” è stato consegnato allo studioso reggino, insegnante all’Università di Copenhagen, per il suo contributo alla ricerca nel settore

domenica 8 luglio 2018
14:50
215 condivisioni
Marco Carbone
Marco Carbone

Continuano i riconoscimenti per i calabresi all’estero. L’ultimo, in ordine di tempo, a balzare agli onori delle cronache è Marco Carbone, 41enne di Varapodio, paese dell’area grecanica della provincia di Reggio.


Grazie ai suoi studi apprezzati in tutto il mondo, recentemente Marco è stato insignito a Los Angeles del “Most Influential POPL Paper Award 2018”, quello che può essere considerato l’Oscar della programmazione informatica. Il “paper” dello studioso calabrese è stato, infatti, oggetto di ispirazione per numerosi autori e ha anche influenzato altre aree di ricerca.


Nel suo curriculum una laurea a Pisa e, diciassette anni fa, la partenza per l’estero dove, dopo un periodo a Londra, è diventato professore associato di Sviluppo dei software presso il dipartimento di Scienze informatiche della IT University di Copenhagen.


Il cervellone reggino è il secondo italiano a conquistare l’ambito riconoscimento: prima di lui, infatti, è stato premiato Luca Cardelli, che oggi opera come ricercatore nella sede Microsoft di Cambridge.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: